In vino veritas, le feste del vino nella Tuscia

Al via la stagione delle feste del vino, espressione identitaria della tuscia

211
Montefiascone Cinema

Ricordate quando c’erano le feste del vino? Da diversi anni ormai questo genere di celebrazioni ha cessato di essere iniziativa soltanto locale per divenire fenomeno di sistema, un vero “progressive identitario” della Tuscia.

Questo anche grazie all’opera della Camera di Commercio di Viterbo; sentite cosa dice al riguardo il presidente Domenico Merlani: “Le Feste del Vino della Tuscia, oltre a offrire ai turisti e alla cittadinanza l’opportunità di vivere bellissime serate, rappresentano un’occasione straordinaria per ribadire l’importanza che in questa terra riveste la produzione del vino… Il mio auspicio è che tra gli operatori economici cresca sempre più questa consapevolezza e ogni ristorante proponga con orgoglio nella carta dei vini anche quelli della Tuscia”.

Il fattore determinante del grande successo delle “feste del vino” è stato quello di aver saputo coniugare la qualità dell’offerta con la valorizzazione dei centri storici; due potenti poli identitari che interagiscono sinergicamente.

Questa la lista degli appuntamenti nella Tuscia: 26-28 luglio: Civitella d’Agliano con “Nelle Terre del Grechetto”, Lubriano con la “Festa del vino sotto la torre”, Gradoli con “Aleatico in festa”; 1-15 agosto: Montefiascone con la “Fiera del Vino”; 7-11 agosto: Castiglione in Teverina con la “Festa del Vino Colli del Tevere”; 10 agosto: Acquapendente con “I Vini del Barbarossa”; 10-15 agosto: Vignanello, con la “Festa del Vino”; 22-25 agosto: Tarquinia con “DiVino Etrusco”.

Ciascuna manifestazione è affiancata da un interessantissimo e creativo corollario di iniziative quali degustazioni, visite guidate, cene in piazza, convegni, musica, folklore etc. La Tuscia vi attende (ma con due raccomandazioni: il vino, in quantità molto moderata, fa bene; chi ha bevuto non guidi).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui