Inaugurazione anno accademico Unitus. Ubertini: “Investimenti unica ricetta per sviluppo e difesa del pluralismo”

Sostenibilità, gradimento ed ottime posizioni nei ranking nazionali sono i mantra messi in evidenza durante la cerimonia di inaugurazione

532
Inaugurazione anno accademico Unitus

Ha avuto luogo oggi presso l’auditorium del complesso di Santa Maria in Gradi la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2019/2020 dell’Università della Tuscia.

Sostenibilità, gradimento ed ottime posizioni nei ranking nazionali sono i mantra messi in evidenza da coloro che hanno preso la parola di fronte a un gran numero di docenti, rappresentanti degli studenti e personale amministrativo.

Inaugurazione anno accademico Unitus“Il nostro ateneo si è collocato al 292 posto nella classifica mondiale per l’ecosostenibilità – dichiara il senatore accademico Vincenzo Pandolfi – siamo sedicesimi in Italia e primi tra gli atenei pubblici del Lazio”.

Maria Fonk, personale dirigente e tecnico-amministrativo, parla dell’Unitus come di un punto di riferimento per il territorio, costruito in anni di impegno ed investimenti nella didattica e nella ricerca.

Inaugurazione anno accademico UnitusPrende poi la parola il nuovo rettore dell’ateneo, Stefano Ubertini, aprendo con l’importanza delle Università sul territorio italiano: “Sfatiamo il luogo comune che sostiene che in Italia ci sarebbero troppe università: è il contrario. Siamo il settimo paese più rappresentato nei ranking, terzi in Europa. A parità di spesa le università italiane producono di più – per poi proseguire – Servono più investimenti, e investimenti stabili nel tempo. È l’unica ricetta per avere più sviluppo e difesa del pluralismo sociale e della convivenza”.

Cenni, poi, sui buoni risultati raggiunti dall’Unitus nel corso degli anni e sul suo ruolo nel territorio: “Unitus: una comunità di oltre diecimila uomini e donne tra colleghi, tra docenti, ricercatori, studenti e personale. Siamo al vertice italiano per livelli di soddisfazione degli studenti. Il nostro ateneo è da sempre impegnato sui temi della sostenibilità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui