Incidente a Bagnaia, nel mirino la pericolosità del passaggio a livello

In località Pian del Cerro registrati oltre dieci incidenti in diciassette anni. Sotto accusa la scarsa visibilità del passaggio a raso

440
passaggio a livello

L’incidente di stamattina a Bagnaia, in località Pian del Cerro, riporta l’attenzione sulla pericolosità del passaggio a livello incustodito che ha determinato lo scontro.

Erano circa le 10,45 quando una Mercedes station wagon, per cause ancora da accertare, è andata a scontrarsi contro il treno della linea ferroviaria Roma-Civita Castellana-Viterbo che transitava in quel momento.

Tanta paura ma, fortunatamente, il bilancio dello schianto non è grave, poichè risultano solo feriti.

Forti ripercussioni sul traffico cittadino che è rimasto paralizzato per circa un’ora: subito dopo l’impatto infatti sono stati chiusi anche gli altri due passaggi collocati in viale Fiume e sulla strada Ortana.

Quello di oggi è l’ultimo, in ordine di tempo, di una lunga serie di incidenti avvenuti sempre in Pian del Cerro in prossimità del passaggio a livello senza sbarre.

Tra gli episodi più eclatanti quello che ha avuto addirittura un epilogo nelle Aule del Tribunale di Viterbo, lo scorso cinque novembre.

Alla sbarra un uomo che, per essersi scontrato contro un treno, venne accusato di disastro ferroviario colposo.

Il processo si concluse con l’assoluzione ma il dibattito mise in luce aspetti molto importanti legati alla pericolosità del tratto di strada incriminato.

In quell’occasione infatti i difensori dell’uomo fecero notare come le luci fioche di giorno ed i segnali acustici quasi impercettibili fossero fonte di costante allarme, con numeri alquanto preoccupanti: più di dieci incidenti in 17 anni.

Un dato preoccupante che riguarda anche gli altri due passaggi a livello di Bagnaia.

Nel 2014, al passaggio a livello tra strada Gramignana e strada Montecchio, una donna in auto con due bambini venne travolta dal treno in corsa, mentre nel 2017 un’anziana rimase bloccata tra le sbarre.

Episodi preoccupanti che impongono misure urgenti di sicurezza, prima che si verifichi l’ennesima tragedia annunciata.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui