Era nato il 7 dicembre 1992, Giustino Scipio. Era un ragazzo tranquillo, generoso e sempre disponibile con tutti; lavorava in una ditta di manufatti in metallo ed amava la bicicletta.

Guidava una 600 di colore rosso. Ieri mattina, 27 gennaio, il ragazzo di Valentano è morto dopo il tragico scontro con una Mercedes classe A, il cui conducente, di 22 anni, è rimasto ferito.

L’incidente è avvenuto sulla strada Commenda, all’incrocio con la Verentana una strada insidiosa, per i rettilinei che si alternano alle curve. Non a caso, sono stati posti un rilevatore luminoso della velocità e un autovelox fisso sulla Verentana, dopo i numerosi incidenti mortali che hanno insanguinato la tristemente famosa tratta della curva Faina.

Sono intervenuti i vigili del fuoco e sanitari del 118 con un’automedica e un’ambulanza, ieri, subito dopo l’impatto, ma non hanno potuto fare altro che constatare la morte del ragazzo.

Giornata di lutto a Valentano. Tutto il paese si stringe, incredulo, intorno alla famiglia del giovane, primo fra tutti il sindaco Stefano Bigiotti. Viterbo e la redazione de La mia città news partecipano, con profondo cordoglio, alla prematura scomparsa di Giustino Scipio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui