Indagine Banca d’Italia, oltre il 60% delle famiglie arriva con fatica a fine mese

La remissione peggiore è incredibilmente quella sanitaria: 2/3 delle famiglie ha speso meno in cure mediche rispetto al passato, compromettendo dunque la propria sicurezza sanitaria. Questo in diretto contrasto con la "politica per la salute" perseguita dal Governo con le continue restrizioni

358
money soldi euro

Secondo una triste indagine della Banca d’Italia (la quarta edizione di tale ricerca) sarebbero oltre il 60% delle famiglie di italiani ad arrivare a fatica a fine mese tra entrate e spese. E’ un 10% in più rispetto alla vita normale.

Poco meno del 40% ammette di non essere riuscito, addirittura, a non coprire proprio le spese. Questo per quanto riguarda gli ultimi 12 mesi, e dunque come conseguenza principalmente della prima fase della pandemia.

Con conseguenze catastrofiche per l’economia, è segnalato peraltro che oltre l’80% delle persone dichiara di aver ridotto spese “superflue” come alberghi, bar, ristoranti e abbigliamento.

Ciò che seriamente preoccupa è inoltre la riduzione delle spese mediche delle famiglie: due terzi di queste ultime hanno riportato esborsi minori in tale ambito. Una remissione in salute di cui, con le restrizioni, non si è certo tenuto conto, ritenendo erroneamente il Covid l’unico problema sanitario.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui