Se il numero di somministrazioni non arriverà almeno a sfiorare le 500 mila al giorno, questo traguardo in Italia si raggiungerà soltanto nel 2022

Inghilterra verso l’immunità di gregge: ora l’Italia deve correre

155

Nel giorno della riapertura di tutti i negozi, ristoranti e locali, – che potranno tornare ad accogliere i propri clienti negli spazi esterni – l’Inghilterra si avvia a raggiungere l’immunità di gregge, secondo uno studio portato avanti dallo University College di Londra, che confermerebbe il superamento dei 40 milioni di individui vaccinati.

In Italia, dove ad oggi le dosi di vaccini somministrate sono quasi 13 milioni (12.920.208) e 3.908.326 sono le persone che hanno ricevuto anche il richiamo, questo traguardo appare ancora molto lontano (a questo ritmo l’immunità di gregge verrà raggiunta nei primi mesi del 2022).

Un’accelerazione nella campagna di immunizzazione dovrebbe arrivare nelle prossime settimane, – anche con le prime forniture del farmaco monodose di Johnson & Johnson – sebbene sia necessario portare il numero di somministrazioni giornaliere in Italia almeno alla soglia delle 481 mila per sperare di coprire l’80% della popolazione entro la fine dell’estate, come inizialmente era stato previsto.

A pesare è soprattutto la scarsa disponibilità di dosi e le differenze tra le regioni: se infatti Lombardia (con 2.026.634 somministrazioni effettuate), Lazio (1.293.138), Veneto (1.167.465), Emilia Romagna (1.108.022) e Piemonte (1.022.748) si procede senza grandi intoppi, la situazione si presenta nettamente diversa in altre aree italiane.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui