Innocenzo: 90 anni da “bancarellaro” e non li dimostra!

Viene da Vallerano, antico paese in provincia di Viterbo che è diviso da Vignanello,  non per territorio, (infatti i due paesi col tempo si sono appiccicati), ma per la qualità della frutta che vi si coltiva: Vignanello solo nocciole e Vallerano solo castagne.

1269

Viterbo – Lui si chiama Innocenzo, ed è il più grande tra tutti i “bancarellari” di frutta secca d’Italia. Non mi chiedete il cognome, non ha importanza, ai fini di quello che oggi vi voglio raccontare. Lui è Innocenzo e il prossimo 3 giugno compirà 90 anni.

Viene da Vallerano, antico paese in provincia di Viterbo che è diviso da Vignanello,  non per territorio, (infatti i due paesi col tempo si sono appiccicati), ma per la qualità della frutta che vi si coltiva: Vignanello solo nocciole e Vallerano solo castagne.

Lo sanno bene le industrie che producono Marron Glacè, che acquistano le marroni più belle solo a Vallerano. Innocenzo con la sua bancarella di frutta secca, è sempre presente ovunque, a Viterbo e in provincia, ovunque ci sia una festa o una fiera. Tutte le mattine si leva alle sei (devo fare in fretta mi confida, dopo trovo sempre il parcheggio occupato, e non posso mettere la bancarella). Non fa mai festa.

Anzi nei giorni di festa il suo lavoro aumenta. Ha novanta anni ma ancora si muove, lavora e soprattutto ragiona, come una persona molto più giovane.

Andatelo a trovare lui il sabato e la domenica, sta sempre sulla Piazza del Santuario di La Quercia. Vende frutta secca, ma è un piacere parlare con lui e, anche, nella stagione giusta, acquistare le ottime castagne dei suoi castagneti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui