Ne dà notizia il deputato FdI Mauro Rotelli. Terminata un'opera attesa da anni, a breve il collaudo

Interporto di Orte, realizzati i 7 km di ferrovia che lo collegano alla rete nazionale

183

 

“Ci sono voluti tanti anni, ma eccoli i 7 km importantissimi di ferrovia che collegheranno finalmente l’interporto di Orte alla rete nazionale. Collaudo imminente”.

Il deputato di Fratelli d’Italia Mauro Rotelli saluta con soddisfazione il completamento di questo tratto ferroviario.

Ieri Rotelli e Lorenzo Cardo, presidente dell’Interporto di Orte e, dal 1° giugno, presidente di Uirnet – il soggetto attuatore unico per conto del ministero di Infrastrutture e Trasporti per la realizzazione e la gestione della Piattaforma Logistica Nazionale Digitale – hanno effettuato un sopralluogo.

“In attesa dell’inaugurazione, – dichiara il parlamentare – confronto aperto sia sulla proposta di legge di riordino degli interporto e del suo iter alla Camera sia dell’importanza della logistica, soprattutto in questa delicata fase nazionale e internazionale”.

Riordino che è oggetto di una proposta, presentata ad inizio agosto dalla Uir – Unione interporti riuniti -, al Governo per aggiornare le norme che regolano le società interportuali italiane.

Norme che risalgono a 30 anni fa e che, per la Uir, necessitano di una riforma finalizzata a modernizzare la rete italiana degli interporti per porla al passo con gli altri Paesi europei.

La rete interportuale oggi in Italia rappresenta circa il 40% del valore aggiunto, rispetto a quello attivato da tutte reti nazionali della logistica.

Il network delle strutture interportuali ha ulteriormente dimostrato tutta la sua valenza strategica proprio durante l’emergenza sanitaria per il Covid-19, garantendo la piena operatività del sistema di circolazione delle merci.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui