Intervista a Massimo Mecarini: “Pronti a trovare una soluzione alternativa per Santa Rosa nel rispetto delle regole”

410
massimo - mecarini
Massimo Mecarini, presidente del sodalizio dei facchini

Abbiamo avuto il piacere di intervistare il presidente del Sodalizio dei facchini di Santa Rosa Massimo Mecarini, al quale abbiamo posto alcune domande sul trasporto.

Ritiene che sia giusta la scelta di annullare il trasporto?

“Si è giusta, mi sono già espresso a riguardo. Non possiamo fare diversamente, anche altre manifestazioni importanti sono state annullate, come il Palio di Siena. Di recente ho letto anche che l’Ottava di Sant’Egidio è stata cancellata, è giusto, perchè dobbiamo attenerci alle disposizioni, è impossibile effettuare il trasporto seguendo le norme di sicurezza.”

Sarà possibile posticipare il passaggio della macchina? O vedere l’anno prossimo un doppio trasporto?

“Questo dipende dall’amministrazione comunale, non siamo noi a decidere. Io ritengo che non sarà possibile, però sarà il comune a decidere.

I doppi trasporti nel passato sono stati fatti, è vero però che richiedono anche un grande sforzo a livello fisico, specie se ravvicinati.

Un trasporto deve essere fatto in un periodo dell’anno adatto, quelli speciali in passato sono stati fatti a Maggio,Giugno; è impensabile farli tra Novembre e Marzo, le condizioni sarebbero sfavorevoli. Ripeto, nell’ eventualità dovranno decidere le autorità preposte, poi spetterà a noi dare l’adesione.”

Per un viterbese il trasporto è un’occasione in cui ogni anno viene rinnovato l’attaccamento a Viterbo, cosa si sente di dire ai cittadini?

“Non ho questa autorità, penso che comunque ognuno sia dotato di buon senso per capire che ci sono delle priorità da rispettare. Credo che ogni cittadino saprà trovare il modo per festeggiare dovutamente la Santa.

Vediamo se si riuscirà a trovare un modo diverso per onorare la ricorrenza. Al momento siamo tutti fermi.”

Quindi da parte dei facchini c’è disponibilità a trovare una soluzione diversa per festeggiare la Santa?

“Assolutamente sì, ovviamente rispettando sempre le norme sanitarie.”

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui