Come annunciato stamani Arena è a Monterazzano per "creare difficoltà allo scarico" dell'immondizia da fuori provincia

Invasione rifiuti laziali, il ‘boicottaggio’ dei sindaci di Viterbo e della Tuscia contro i camion

255

Ieri è scaduta l’ennesima ordinanza regionale sui rifiuti provenienti da Roma e il giorno prima quella relativa agli scarti di Latina e Frosinone.

Stamani Arena, accompagnato dalla polizia locale e dai sindaci della Tuscia senza distinzione di bandiere, metterà in atto il proposito anticipato qualche giorno fa: posizionarsi davanti alla discarica di Monterazzano ed eseguire un attento controllo dei documenti di scarico per verificare la provenienza dei camion carichi di rifiuti.

Provvedimento che certamente comporterà dei ritardi alla normale prassi di conferimento nell’invaso.

Sindaci e polizia locale avranno il loro bel da fare stamani.

Perché se anche fosse che da oggi, stando a quanto annunciato dalla Raggi, la discarica di Albano riapre per accogliere l’immondizia  della Capitale, e pertanto stamani non dovrebbe risultare tra quella da conferire, i rifiuti di Latina e di Frosinone – nonostante la scadenza del 31 luglio – continueranno ad arrivare a Viterbo.

Per Latina si parla di almeno fino al 10 agosto mentre per quella del frusinate addirittura fino al 30 settembre.

Più che un controllo una tantum a quel punto servirebbe un presidio fisso di sindaci e polizia locale davanti alla discarica viterbese.

Intanto stamani il ‘boicottaggio’ organizzato dal sindaco Arena, di sicuro raggiungerà l’obiettivo annunciato: “creare difficoltà allo scarico”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui