Tra i "big" che hanno rilanciato l'hashtag ci sono Vasco Rossi, Tiziano Ferro, Diodato, Levante, Laura Pausini, Jovanotti e Fiorella Mannoia

#IoLavoroConLaMusica: l’appello degli artisti italiani al Governo

368

Uno degli ambiti più penalizzati dall’emergenza sanitaria nel nostro Paese è stato senza dubbio quello artistico: la sospensione di eventi e spettacoli nel periodo del lockdown e anche nei prossimi mesi rappresenta un forte ostacolo alla ripresa del settore.

Per sensibilizzare il governo su questa tematica e sui problemi che deve affrontare chi lavora nel campo dell’arte e della musica, gli artisti di tutta Italia hanno lanciato sui social l’hashtag, già diventato virale, #IoLavoroConLaMusica. Proprio in questi giorni, infatti, le Camere dovranno decidere se accogliere o meno gli emendamenti che riguardano l’ambito musicale.

Tra i “big” che hanno condiviso l’appello ci sono Vasco Rossi, Tiziano Ferro, Diodato, Levante, Laura Pausini, Jovanotti e Fiorella Mannoia, ma anche molti cantanti viterbesi che hanno rilanciato l’hashtag sui propri profili social.

“Nelle ultime settimane il governo ha dimostrato in rare occasioni di prendere in considerazione il settore dello spettacolo, accogliendo alcune istanze avanzate e ponendo il cosiddetto decreto rilancio come soluzione per la ripartenza – si legge nel comunicato congiunto dell’appello elaborato dal movimento La Musica Che Gira – Il settore culturale produce il 16% del Pil e si è visto durante questa emergenza restituire indietro poco più dell’1% delle risorse stanziate.

Sappiamo essere state depositate alla Camera le proposte di emendamento necessarie a far sì che il decreto rilancio non sia di nuovo una legge discriminatoria – proseguono nel comunicato – ma una reale occasione di ripartenza alle giuste condizioni perché non possiamo ripartire a tutti i costi. La Camera ha iniziato la discussione delle istanze di emendamento al Dl rilancio che saranno discusse e approvate durante i prossimi giorni. La nostra è una richiesta di mobilitazione a tutti i livelli per far sì che la Musica sia nella lista delle priorità del Governo. Non lasciateci #senzamusica”.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui