Intervista al sindaco Fabio Latini: un bilancio del primo anno di amministrazione

Itinerari, politiche sociali e coesione con i cittadini: la piccola grande realtà di Villa San Giovanni

336
fabio latini
Fabio Latini, sindaco di Villa San Giovanni in Tuscia

Arriviamo alla terza tappa dei nostri incontri con i sindaci della Tuscia. Oggi siamo a Villa San Giovanni in Tuscia, Comune di circa 1200 abitanti, per fare un bilancio degli ultimi mesi insieme al sindaco Fabio Latini.

“Siamo subentrati da poco più di un anno, io sono stato eletto il 27 maggio 2019 – racconta il primo cittadino – in questo periodo si sono succeduti diversi avvenimenti che ci hanno messo non poco in difficoltà, penso per esempio all’emergenza sanitaria e al fatto di essere passati dall’amministrazione di minoranza a quella di maggioranza, con tutto ciò che comporta. Nonostante questo però abbiamo lavorato bene – prosegue – e il merito non è solo mio, ma di tutta la squadra di amministratori che insieme a me hanno fatto un lavoro costante e dimostrato grande determinazione durante il primo anno di mandato. Oltre a ciò, la cosa più bella è che intorno a noi si è creato un clima positivo e stimolante, per cui tanti cittadini volontariamente si stanno impegnando in modo impeccabile al nostro fianco”.

Grazie a questo spirito collaborativo, che si inserisce in un piano più ampio di riqualificazione del Comune, di recente è stato possibile mandare in porto diversi interventi. “Di recente abbiamo completato l’opera di riqualificazione e rimessa in funzione degli impianti comunali di depurazione e dearsenificazione dell’acqua – spiega Latini – intervento che mi ha consentito di revocare nel mese di maggio un’ordinanza del 2016 che vietava l’utilizzo dell’acqua erogata dall’acquedotto comunale per il consumo umano. Ora abbiamo impianti che funzionano e acqua nuovamente potabile”.

Tra le altre cose, il sindaco ha aggiunto che “sono in fase di completamento i lavori per l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza dell’edificio scolastico, grazie a un contributo del Ministero dello Sviluppo Economico” e che l’amministrazione a inizio mandato ha ottenuto “un finanziamento europeo del valore di 15mila euro a fondo perduto per la realizzazione di un’area wifi pubblica, grazie al bando Wifi for Europe“.

Inaugurazione del punto INPS

Villa San Giovanni ha investito molto anche sulle politiche sociali. “Siamo riusciti ad attivare da circa un semestre un punto cliente di servizio INPS nel nostro Comune, attraverso la collaborazione con l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale di Viterbo e con la direzione provinciale – continua Latini – questo ha una ricaduta sul territorio molto ampia, dato che siamo gli unici in Provincia ad averlo attivato e quindi anche gli abitanti dei paesi limitrofi possono usufruire del servizio per sbrigare alcune pratiche senza doversi recare nel capoluogo. La creazione del punto cliente è stata resa possibile grazie anche all’impegno della giunta e in particolare degli assessori alle politiche sociali e urbanistica e lavori pubblici”.

L’amministrazione è riuscita a portare a termine anche un’iniziativa che era attesa da anni, cioè l’unificazione dei due centri per anziani del paese. “Abbiamo instaurato un unico centro comunale che potesse essere motore per una serie di iniziative in ambito sociale e anche un fattore di scambio intragenerazionale – spiega il sindaco – la promozione dell’unificazione è un tema molto sentito e su cui l’amministrazione si è impegnata molto”.

Sul breve e medio termine, ci sono altri progetti in procinto di partire, come la riqualificazione dell’impiantistica sportiva, con la palestra e il campo comunale, e l’attivazione della convenzione con il CAI (Club Alpino Italiano) sezione di Viterbo che insieme all’associazione Freedom di Villa San Giovanni è al lavoro per agganciare il Comune alla rete sentieristica già tracciata dal CAI. “Vogliamo fare in modo che il paese non resti isolato nell’ambito della viabilità rurale di zona – commenta il primo cittadino – l’obiettivo è di aprirci e farci conoscere, e far conoscere anche i nostri prodotti tipici, attraverso questa azione mirata che ci collega agli altri Comuni limitrofi. A ciò va aggiunto anche il fatto che stiamo studiando la fattibilità per un intervento di riqualificazione delle necrepoli etrusche della nostra area”.

Apertura, impegno e coesione con i cittadini per raggiungere gli scopi prefissati: con queste parole si potrebbe sintetizzare il lavoro svolto dall’amministrazione comunale di Villa San Giovanni in Tuscia fin qui. “Noi stiamo cercando di mantenere fede agli impegni presi in campagna elettorale, portiamo avanti un programma snello e siamo determinati a muoverci nei confini che avevamo delimitato”, conclude Latini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui