Jackpot di 209 milioni di euro, cresce anche nella Tuscia la “febbre Superenalotto”

Il montepremi, tra i più alti della storia non solo in Italia, fa gola in molti ed aumenta il numero dei giocatori occasionali

622

Cresce anche nella Tuscia la “febbre Superenalotto”.

Il supermontepremi da oltre 209 milioni, uno tra i jackpot più alti in assoluto e non solo in Italia, fa gola a molti e con il crescere del montepremi è aumentato, di pari passo, l’interesse degli appassionati e il numero delle giocate. Impennata di schedine anche a Viterbo e provincia, dove ai molti giocatori abituali se ne sono affiancati tantissimi occasionali.

Come poter vincere al Superenalotto?

I tanti esperti del gioco spiegano che le possibilità di vincere aumentano con le combinazioni. Il consiglio è quindi quello di associarsi in gruppi così da poter usufruire di un maggior numero di sestine giocabili.

Le vincite più importanti della storia.

Tra i jackpot rimasti nella storia del Superenalotto è rimasto memorabile quello del 27 ottobre del 2016 a Vibo Valentia  in Calabria quando, con soli tre euro il vincitore incassò € 163.538.706.

Straordinario fu anche il colpo di fortuna del 30 ottobre del 2010, quando, 70 giocatori dislocati in diverse parti d’Italia, si aggiudicarono € 177.729.043,16 grazie a un sistema progressivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui