A Viterbo un' Accademia di Moda che è un' eccellenza e una risorsa per il territorio.

La Background Model Management sbarca alla finale mondiale di Montecarlo

Abbiamo il piacere di incontrare Antonella Polini - fondatrice, direttrice e manager della Background Agency Academy - e Raffaele Squillace, beauty designer internazionale

1314
Antonella Polini e Raffaele Squillace

Mentre cresce l’attesa per la finale del World Top Model, abbiamo il piacere di incontrare Antonella Polini – fondatrice, direttrice e manager della Background Agency Academy – e Raffaele Squillace, beauty designer internazionale. Entrambi, con Gianpaolo Piccini, sono i curatori della Background Academy, una scuola di moda d’eccellenza del nostro territorio, con sede a Viterbo, in cui la passione per la moda si unisce a professionalità, cultura e competenza.

Da sx: Gianpaolo Piccini, Antonella Polini e Raffaele Squillace

L’obiettivo dell’accademia è formare ed accompagnare alla carriera professionale modelle e modelli, fotomodelle e fotomodelli.
Un desiderio ricco di luminose suggestioni, ma difficilissimo da raggiungere. Alcuni pensano che una bella presenza, una mamma che ci crede e un buon foto-ritocco siano sufficienti per guadagnarsi una copertina ed accedere di diritto al cosiddetto “fashion system”. Le cose non stanno affatto così: fare la modella è un’ opzione professionale difficile e seria che implica preparazione, tirocinio e il perfetto controllo di una complessa serie di strategie posturali, espressive e di elasticità e fluidità di movimento. Occorre avere – affinare – uno stile: chi esamina gli aspiranti modelli si rende immediatamente conto se si trova davanti un professionista in grado di interpretare al meglio i diversi ruoli che questo lavoro richiede, o soltanto una bella o un bel ragazzo ma con evidenti limiti espressivi.

Elena Martinengo

E’ esattamente qui che entrano in scena Background Agency Academy e la “visione” che Antonella Polini e Raffaele Squillace praticano e trasmettono ormai da quattordici anni: formare le ragazze e i ragazzi alla padronanza delle potenzialità espressive, sia globali che di singoli distretti corporei e valorizzare le specifiche risorse di ciascuno. Ma anche questo non basta, se poi non si ha accesso ai circuiti nazionali e internazionali del “fashion system”.

Mentre ci si immerge nella passione per la moda, si impara, ci si arricchisce, si interagisce e si giunge a far parte di un team in cui si opera con passione e rigore professionale. Qualificandosi negli anni come polo d’eccellenza per la sua offerta, la Background Academy oggi è tra le scuole di moda più affermate del sistema moda.

‘Antonella Polini, come è nata l’Accademia a Viterbo?’

“Siamo nati nati 14 anni fa da una mia intuizione: non volevo creare una sede romana, ma realizzare a Viterbo un’ Accademia della Moda per vedere come rispondesse il territorio a questa nuova opportunità.

Giuliana, non ancora 14 anni, la “baby” del gruppo

‘E com’è stata la risposta del territorio?’

“Inizialmente c’ era un certo scetticismo. Noi abbiamo lavorato molto e, pian piano, l’Accademia ha cominciato a farsi conoscere ed amare dai viterbesi, che hanno percepito l’impegno e la passione che mettiamo nella nostra ‘missione’. Gli stessi ragazzi e ragazze iscritti hanno capito che potevano abbinare la nostra scuola allo studio: bastava organizzare il loro tempo.

La Background Academy è infatti una scuola di moda con un’ elevata esperienza professionale alle spalle, che offre corsi didattici con i migliori professionisti, ma è anche un’agenzia internazionale.

Entrare da noi significa venire a far parte di una specialissima comunità, dove la moda è il comune denominatore, in tutti i suoi aspetti più cosmopoliti”.

Raffaele Squillace aggiunge:

“E’ un’agenzia a livello internazionale a tutto tondo, supportata da ‘mode management’, con due sezioni: una Academy per la formazione e l’altra per i modelli e le modelle già pronti e inseriti nel comparto moda”.

‘Quali sono i segreti per fare scouting?’

“Avere occhio e catturare i dettagli dei ragazzi, che diventano pregi e vengono plasmati per sviluppare al massimo le loro potenzialità.
Le agenzie sono un luogo serio e impegnativo, in cui servpno concentrazione e costanza”.

‘Qual è il prossimo importante evento in cui sarete protagonisti?’

“Giovedì 12 dicembre partiremo per Montecarlo, dove ci aspetta la finale mondiale di
‘Fairmont Monte Carlo – World Top Model’. La finalista nazionale è stata eletta a fine settembre nel Salento: è Valentina Beraldo, viterbese, 16 anni. Inoltre parteciperanno – per la nostra Accademia – Hajar Karim, 21 anni, marocchina, e Nazarin Pourhossein, 20 anni, iraniana.

Valentina Beraldo

‘Valentina Beraldo è stata scoperta con lo street scouting da te, Antonella?’

“Sì. Ero in fila al supermercato e ho notato questa ragazza con dei requisiti perfetti e le ho chiesto se volesse entrare a far parte dell’Accademia. Vedi… Nella normalità di tutti i giorni si trova l’eccellenza.
Abbiamo parlato con i suoi genitori e poi – con il loro consenso – Valentina ha iniziato a prepararsi all’Accademia.
I minori vanno tutelati, è una regola! La nostra accademia è come una famiglia: c’è condivisione, aiuto, rispetto e attenzione. Siamo una squadra. L’unione fa la forza in tutti i campi.

‘Raffaele Squillace, c’è bisogno di un agente nel mondo della moda?’

Sì, assolutamente. Le ragazze sono giovani e hanno bisogno di un agente, come le attrici e i cantanti.
Entrare nella Background Academy costitusce un accesso facilitato in quella specialissima e articolata comunità in cui la moda è il comune denominatore, in tutta la sua estensione cosmopolita. Se vuoi raggiungere buoni risultati, occorre puntare in alto.

‘Valentina, Nazarin e Hajar hanno già partecipato ad altri eventi?’

“Sì, Valentina in particolare ha già fatto fashion week e book.Noi siamo supportati da importanti partnership. I ragazzi vengono visionati da brand internazionali ed hanno così l’opportunità di essere visti e scelti. Una ragazza senza agenzia è come un pesce fuor d’acqua. La moda ha infatti i suoi linguaggi. La modella si deve preparare in un ambiente in cui dominano competenza e trasparenza. Un ambiente pulito, una seconda famiglia.

Miss Marocco Hajar Karim

‘Qual è il tuo sogno, Antonella, nel campo della moda?’

“Io l’ ho raggiunto il mio sogno: partire da una realtà piccola e portare l’accademia a livello internazionale. Ora tre nostre ragazze parteciperanno alla finale Mondiale a Montecarlo di World Top Model. È una grande soddisfazione! Il nostro territorio è ricco di bellezze e di talenti che vanno valorizzati. Si possono trovare occasioni impirtanti di lavoro e realizzare i propri sogni”.

‘Sono emozionate le ragazze partecipanti?’

“Siamo più emozionati noi che le ragazze – rispondono in coro Antonella Polini e Raffaele Squillace – Bisogna saper ascoltare i giovani, spronarli… Bisogna conoscere bene l’ambiente, il background. Noi, venendo da questo ambiente, sappiamo comprendere le adolescenti e rivolgerci a loro nei modi giusti, perchè abbiamo vissuto in prima persona le stesse problematiche.

È una fascia d’età complicata, quella dell’adolescenza. Negli intervalli, fra una lezione e l’altra, dobbiamo anche essere psicologi per capire e incoraggiare i ragazzi. Loro trovano una seconda famiglia: disciplina, ordine, ma anche comprensione.
I ragazzi sentono se c’è armonia e rispetto. È bello vederli felici e capiti. Alcuni, anche belli, hanno bisogno di acquisire autostima. Dobbiamo essere per loro amici e insieme secondi genitori… Domani i ragazzi entreranno a far parte del ‘fashion system’ e vanno incoraggiati.

La moda è ancora un punto di forza in Italia. Voglio ricordare che Fiore Tondi è il patron del concorso e Gian Paolo Piccini è l’ event manager.

Le foto sono di Mauro Burchiani e il make up di Barbara Ercolani, Manola Abati e Silvana Pagliaccia”.

E, allora, in bocca al lupo per la finale! Alle giovani modelle e ai loro appassionati “allenatori”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui