Ieri all'Hotel Salus Terme Resort&Spa la presentazione della lista civica "Azzurri per la Tuscia", candidata alle prossime elezioni provinciali

“La candidatura di Romoli, una scommessa che ci vede protagonisti e che ci deve far uscire come vincitori”

144
Da sx: Romoli, Parroccini, Bigiotti, Di Sorte

“Siamo una squadra interessante con una distribuzione territoriale molto buona. Possiamo dare tanto e portare a casa un bel risultato”. Così il coordinatore provinciale di Forza Italia Andrea Di Sorte ieri pomeriggio all’Hotel Salus Terme Resort&Spa durante la conferenza stampa di presentazione della lista civica “Azzurri per la Tuscia”, che concorrerà alle imminenti elezioni provinciali del prossimo 18 dicembre.

“Non ci siamo mai nascosti, ma siamo sempre rimasti ancorati alle logiche del buon governo – ha dichiarato Di Sorte – Abbiamo molto da dare, perché crediamo che questa esperienza amministrativa di secondo livello debba puntare al governo del territorio”. Tra gli aspetti fondamentali da tenere in considerazione ci saranno i fondi del PNRR, “per portare il territorio in una direzione che sarà quella della crescita e dello sviluppo”.

“Da diversi anni lavoriamo alla candidatura di Alessandro Romoli, – ha spiegato il coordinatore provinciale di FI – E’ il nostro riferimento, non solo degli amministratori di Forza Italia, ma del centrodestra, di Forza Italia e di tutti. E’ una scommessa che ci vede protagonisti e che ci deve far uscire come vincitori”.

Il candidato alla carica di presidente e sindaco di Bassano in Teverina Alessandro Romoli ha dichiarato che “si tratta di un’avventura tesa a dare risposte a un territorio nel momento particolare che viviamo, con il governo Draghi, le risorse del PNRR e come momento difficile per l’Italia intera così come per la provincia di Viterbo, che differisce molto da quello che era in precedenza. Oggi la Provincia ha ritrovato una propria centralità nell’ organizzazione del territorio, mutando le sue competenze originarie, ma concentrandosi su elementi cardine come l’edilizia scolastica, la viabilità e l’ambiente. La Provincia deve essere uno strumento di raccordo e di crescita di quelle che sono le esigenze locali”.

Stefano Bigiotti, responsabile degli enti locali di FI, ha spiegato che “la scelta di Alessandro Romoli non è casuale, ma è stata fatta con estrema convinzione e orgoglio in un’ottica di prospettiva. Romoli è un sindaco giovane al terzo mandato, a testimonianza delle capacità amministrative che FI ha inteso mettere a disposizione di tutti i comuni della Tuscia in un momento storico particolare. C’è bisogno di capacità politica non di ideologia, il successo della provincia significa successo di tutti i comuni della provincia”, ha concluso Bigiotti.

“La nostra lista comprende tutta la provincia e questo ci rende degli amministratori di prossimità che ascoltano i cittadini cercando di risolvere le problematiche che si presentano ogni giorno”, ha commentato Claudio Parroccini, presidente in consiglio comunale a Civita Castellana.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui