La parola all'esperta!

La curcuma può davvero salvarci dal cancro e da altre patologie degenerative?

258

La buona notizia è che sì, sempre più studi scientifici confermano la potenza della curcumina, un derivato della Curcuma;

secondo i ricercatori, questa preziosa sostanza potrebbe essere utile in almeno otto tipi diversi di tumori: polmoni, bocca, colon, fegato, rene, melanoma, mammella, leucemia.

Oltre ad esercitare un potente effetto antiossidante  ( 300 volte superiore a quella della vitamina E ), la curcumina modula l’espressione genica distruggendo le cellule tumorali e promuovendo la funzione delle cellule sane; svolge inoltre  notevoli proprietà neuro protettive riuscendo ad attraversare la barriera ematoencefalica  e  prevenendo disturbi cerebrali, compreso l’Alzheimer.

Che sia davvero protettiva per molti tipi di cancro è dimostrato, ad esempio,  anche  dalla bassissima incidenza di cancro alla prostrata in India, Paese dove si consuma più curcuma al mondo ( 3-5 grammi per adulto al giorno) o  dall’incidenza in Asia (la curcuma è molto utilizzata nella cucina asiatica) di leucemia infantile molto inferiore rispetto all’ Europa.

E’ utile, altri studi lo dimostrano,  in tutte quelle patologie a base infiammatoria come l’artrite, il morbo di Chron, la psoriasi.

Ma non si ferma qui, effetti notevoli si sono avuti anche sul trattamento di problematiche dermatologiche, dove promuoverebbe la guarigione utilizzandola  anche  per uso locale; probabilmente grazie alla sua azione battericida e cicatrizzante.

Favorirebbe inoltre la digestione e il benessere intestinale promuovendo il buon funzionamento del fegato e del pancreas.

Altri studi sono in progresso per questa sostanza davvero unica per la nostra salute, addirittura riguarderebbero la sua azione positiva sul dimagrimento.

Ma dove trovarla ? Sono tantissimi i prodotti oggi in commercio; la polvere di curcumina viene facilmente  estratta dal rizoma, o fusto sotterraneo, della  pianta  Curcuma Longa, schiacciandolo e polverizzandolo. Scegliete sempre con cura il prodotto; la provenienza e la certificazione sono  molto importanti.

Se volete usarla ad uso preventivo  ( per integrare le terapie affidatevi sempre ad un professionista!) potreste assumere 1-2 cucchiaini al giorno come condimento o salsa ( il curry ad esempio)   in qualche pietanza o anche nello yogurt; si digerisce meglio se veicolata da un grasso come l’olio  che ne facilita l’assorbimento;  questo,  ancora di più ( circa mille volte) è facilitato dalla piperina, una sostanza  contenuta nel pepe.

Attenzione la  curcumina è molto sensibile alla luce, per cui va conservata al buio o in flaconi di vetro scuro chiusi bene ermeticamente.

Non manca che un  suggerimento per la cena di stasera… Riso al curry naturalmente!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui