L’attuale Dg della Asl di Viterbo manca per un soffio la poltrona di direttore generale della sanità per la Regione Umbria, a batterla Massimo Braganti

La Donetti battuta al fotofinish per il ruolo di direttore generale della sanità in Umbria

122

Daniela Donetti, direttore generale della Asl di Viterbo, è andata ad un passo dal diventare il numero uno della sanità umbra.

La Donetti, riconfermata alla guida della Asl viterbese nel novembre scorso grazie all’appoggio del Partito Democratico, era stata designata insieme a Massimo Braganti per la strategica poltrona. Alla fine, dopo accurate riflessioni, a spuntarla è stato il secondo grazie al voto decisivo di un assessore.

Nel silenzio più totale, la manager dell’Azienda Sanitaria della Tuscia era riuscita a superare una scrupolosa selezione (i candidati erano 14), fermandosi però sul più bello. La giunta regionale umbra aveva inizialmente deciso di puntare su di lei per volere della governatrice Tesei, suggestionata dall’idea di una donna al comando della sanità regionale. Purtroppo per la Donetti, invece, a spuntarla è stata Massimo Braganti, dirigente con un curriculum di tutto rispetto e reduce da un’esperienza convincente nel Friuli governato dal leghista Fedriga. Come detto, cruciale per la vittoria di Braganti è stato il voto di Luca Coletto, assessore alla Sanità in quota Lega.

Destino beffardo quindi per la Donetti, tradita dalla sua Regione di provenienza. Ora sarà da vedere se la Dg – viterbese d’adozione ormai – sceglierà di partecipare ad altri concorsi simili a questo, in cui la vittoria è sfumata all’ultimo secondo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui