“La Guerra degli Scrittori”: il successo dell’estate

L'autore e regista civitavecchiese Kempes Astolfi ha pubblicato con Prospettiva Editrice "La Guerra degli Scrittori", il suo nuovo romanzo che è diventato un successo in pochissimo tempo

290

Poliedricità: questa è una parola che a volte si scontra con la parola ‘cultura’. Eppure a volte quando le forze in gioco si amalgamano come fosse una ricetta ecco che viene fuori un gran bel dolce. L’autore e regista civitavecchiese Kempes Astolfi ha pubblicato con Prospettiva Editrice “La Guerra degli Scrittori”, il suo nuovo romanzo che è diventato un successo in pochissimo tempo grazie al passaparola online, grazie anche al suo seguito, iniziato con la straordinaria avventura di “KomeSto?”.

“Un libro musicale con quattro brani scritti dall’autore e prodotti da un’etichetta discografica – spiegano dalla casa editrice -. Un libro moderno anche se ambientato tra il 1988 e il 1975. I suoi temi sono tanti e stanno avendo un successo inaspettato, magico. Profondo”.
“La casa editrice mi parla di continue richieste da parte dei distributori e in tutta Italia – commenta Astolfi – e la stima ancora non ufficiale parla di migliaia di copie ma attendiamo conferme sui numeri. Ed è tutto frutto del duro lavoro di programmazione fatto dal nostro team artistico”.

Il romanzo ha uno stile sincopato, come dice Gino Saladini nell’introduzione, dove i dialoghi lo relegano ad un livello molto più moderno di quanto la collocazione temporale dica. La particolarità dell’album musicale poi, lo rende praticamente unico a tutti gli effetti. “Ricordo sempre che questo è il primo libro della storia dell’editoria italiana che vede nascere al suo interno un album musicale – riprende l’autore -. Sono tantissime le persone che voglio ringraziare, da Francesca Patti di Prospettiva Editrice, a Gianni Foti il produttore discografico della TSC Records che ha prodotto l’album ” The Writers’ War” passando per gli artisti che hanno composto i brani come Federico D’Alessandris, The Step in particolare Stefano Donato e infine Frances”.

“In una città che dice di amare la cultura – dicono ancora dalla casa editrice – questo giovane e intraprendente autore si è ritagliato uno spazio che ormai è da definire internazionale. A breve sono previste presentazioni all’estero, su tutte Dubai. La Guerra degli scrittori dunque ha le stimmate del Best Seller ed ecco un’altra eccellenza civitavecchiese che si fa onore in Italia e nel mondo. Un libro da leggere e che sorprenderà non poco per la sua poliedricità – conclude Prosettiva editrice – come il suo autore, come la sua visione. Poliedricità, oggi, come nuovo sinonimo di cultura”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui