La guerra non si ferma: ucciso anche un bambino di 6 anni

298

La guerra fra Israele e Hamas non si ferma: ieri nuove violenze  e la speranza di una tregua sembra allontanarsi. Continua l’escalation degli attacchi.
Joe Biden ha mandato Hady Amr, l’inviato per il conflitto israelo- palestinese, per incontrare le parti, ma la situazione sembra peggiorare.
A Gaza ieri erano 53 le vittime,  compresi 14 bambini e 3 donne.

Un bambino di soli sei anni è stato ucciso a Sderot, in Israele.

Il piccolo è stato colpito da uno dei razzi lanciati dalla Striscia di Gaza. Lo riferiscono i soccorritori citati dalla France Presse.
Da Israele riferiscono che sirene di allarme sono risuonate a lungo ieri nella zona di Beer Sheva.

Costanti i lanci di razzi da Gaza, specialmente contro le comunità israeliane a ridosso della Striscia, incluse le cittadine Ashkelon e Ashdod. Le scuole del centro e del Sud di Israele resteranno chiuse una settimana. Naftali Bennet e Yair Lapid, i leader in procinto di fare un nuovo governo in Israele, hanno attaccato duramente il premier Benyamin Netanyahu.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui