La conduttrice a "Che tempo che fa" ironizza, ma i calcatesi non sembrano gradire

La Littizzetto sullo stemma di Calcata: “Una gamba che pesta una montagna di merda”

269

Mai una volta che si parli di Viterbo per qualcosa di buono. Stavolta si parla (ovviamente male) della Tuscia in televisione per via dello stemma di Calcata, paesino della nostra provincia.

Luciana Littizzetto, conduttrice insieme a Fabio Fazio della trasmissione Rai “Che tempo che fa”, ha deciso di presentare ai telespettatori un breve siparietto satirico sugli stemmi più stravaganti dei comuni italiani, utilizzando la satira per descriverli.

In questa lista c’era anche quello, appunto, di Calcata, che raffigura nella realtà tre monti sormontati da una gamba, ma che viene descritto così dalla Littizzetto: “Una gamba che pesta montagne di merda in una bella giornata di sole”.

Mentre noi, come giornale, abbiamo deciso di sorvolare sulla battuta, lo stesso non ha fatto Sandra Pandolfi, sindaco di Calcata. Il primo cittadino calcatese, a seguito di numerosi commenti indignati di alcuni suoi cittadini, ha deciso di scrivere alla Rai ed alla Commissione di Vigilanza manifestando tutto il proprio sdegno: “Lo stemma comunale rappresenta la storia, le radici, la resistenza di un luogo particolare ed unico, quale è Calcata, che è riuscito a rimanere intatto nel tempo e a non perdere mai la sua identità. Oggi anche luogo a forte vocazione turistica. Per questo e per tutelare l’immagine dell’Ente e della comunità, facendomi portavoce del pensiero dell’amministrazione e di molti concittadini, ho provveduto a rappresentare il completo disappunto per quanto accaduto, inoltrando comunicazione ufficiale alla Rai e all’Autorità di Vigilanza”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui