La montagna del Peschiera è tornata pubblica

Dopo 16 anni di durissima battaglia la vicenda relativa alla vendita della montagna che sovrasta le sorgenti del Peschiera effettuata dell'amministrazione Falcone nel 2003 è arrivata al suo epilogo.

332
Rieti città

Dopo 16 anni di durissima battaglia la vicenda relativa alla vendita della montagna che sovrasta le sorgenti del Peschiera effettuata dell’amministrazione Falcone nel 2003 è arrivata al suo epilogo. “Una battaglia memorabile vinta con il cuore” – dice Roberto Ermini consigliere comunale della Lega – “con sentenza n. 22 del 11 marzo 2019 è stato dichiarato dal commissario degli usi civici di Toscana Umbria e Lazio nullo l’atto di compravendita tra ACEA e Comune di Cittaducale firmato dall’allora sindaco Falcone per 270.000 euro”. A seguito di questa sentenza il bene sarà reintegrato nel patrimonio del comune di Cittaducale. “Un risultato accolto con soddisfazione dal consigliere. Molti mi davano del matto” – prosegue – “Nel 2003 quando con un gruppo di amici iniziammo questa battaglia a difesa di un diritto sacrosanto dei Civitesi. Molte delle cose redatte nella sentenza io le scrissi nel 2003 al sindaco di allora, al segretario comunale, al presidente del consiglio comunale e a tutti i membri del consiglio di amministrazione Acea, ma nessuno si fece venire nessun dubbio. Questo grande risultato è stato possibile anche grazie al supporto dell’associazione consumatori CODICI e del mio Amico Antonio Boncompagni che tanto si è battuto perché la montagna tornasse di proprietà dei Civitesi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui