La natura in un’esplosione di vitalità e colori alla Mostra Micologica dell’Unitus

Il fungo protagonista di una spettacolare mostra. Numerose specialità per un'esplosione di varietà, il luogo ideale per tutti gli amanti dei funghi nelle sue tantissime forme

800

“Questi che vede esposti sui tavoli sono tutti funghi freschi, raccolti tra ieri mattina e l’altro ieri pomeriggio”.

A darci questa informazione è la professoressa Laura Zucconi, responsabile scientifico dell’Orto Botanico “Angelo Rambelli”, con la quale abbiamo parlato questa mattina in occasione dell’apertura della 5º edizione della Mostra Micologica dell’UNITUS, organizzata per tutta la giornata di domenica 13 ottobre nello straordinario ambiente dell’Orto Botanico.

L’esposizione è spettacolare. Sui tavoli, ordinata e catalogata, c’è una vera esplosione di vitalità della natura e di golosità gastronomiche per gli amanti dei funghi.

“Si tratta di oltre 200 specie di funghi spontanei, commestibili e non, raccolti in grande prevalenza nel territorio viterbese, oltre che a Roma e Latina, che testimoniano della ricchissima biodiversità che caratterizza il nostro ambiente”

La mostra è stata realizzata da una squadra di ispettori micologi coordinati dalla dottoressa Monica Fonck, curatore dell’Orto botanico, a cui hanno dato il loro contributo le dottoresse Sabrina Tempesta e Marisa De Logu, insieme al dottor Pierluigi Pacetti, in collaborazione con il dottor Antonio Gennari, micologo di fama internazionale.

“La mostra –  dice ancora la professoressa Zucconi – si colloca nell’ambito del corso micologico tenuto qui all’Orto botanico a partire dal 27 settembre, che si concluderà sabato 19 ottobre. Il corso abilita al rilascio del patentino regionale necessario per la raccolta dei funghi spontanei epigei [ che crescono sopra il terreno N.d.R. ]. Per i funghi ipogei come i tartufi, che crescono sotto terra, è necessario   un altro tipo di tesserino.”

“È anche una bella occasione per aprire al pubblico l’Orto Botanico,- aggiunge – un prezioso patrimonio comune dell’ Università della Tuscia e del Comune di Viterbo che appartiene a tutta la città.”

Alla iniziativa in corso all’Orto botanico partecipa anche l’Ispettorato Micologico della ASL di Viterbo, che fa parte del Dipartimento Prevenzione dell’azienda.

Abbiamo parlato con un suo funzionario, il dottor Calabe Barbetta, che era presente al tavolo dell’Ispettorato.

Moltissime le informazioni utili che abbiamo raccolto. Intanto chi lo desiderava poteva far esaminare immediatamente alla mostra i funghi raccolti, per determinarne la sicura commestibilità. La sicurezza del consumo dei funghi è infatti un aspetto fondamentale che interessa tutti i consumatori e i raccoglitori privati.

L’Ispettorato micologico della ASL svolge il suo lavoro alla Cittadella della Salute al 6º piano, oppure in Via Cardarelli.

Il dottor Barbetta suggerisce di telefonare per prenotare un controllo dei funghi da esaminare. I numeri da chiamare sono 0761.23676, 0761.244259 – 236727, dal lunedì al venerdì.

“Ci sono delle regole precise per la raccolta. – ci dice il dottor Barbetta – Intanto i giorni in cui ė possibile raccogliere funghi, che sono 4, martedì, venerdì, sabato e domenica. Poi ci sono dei limiti di dimensioni dei singoli funghi e di peso complessivo che è possibile portarsi a casa. Il diametro dei cappelli in generale non deve essere inferiore ai 3 centimetri. Per ovuli e porcini, che sono i più ambiti, il limite del diametro sale a 4; 5 invece per le mazze di tamburo.”

L’Ispettorato svolge anche un ruolo di consulenza con l’Ospedale di Belcolle nei malaugurati casi di intossicazione da funghi. Perché le cure sono diverse a seconda dell’origine dell’intossicazione e della sua gravità.

“Ad esempio l’Amanita Phalloides – ci spiega Barbetta – purtroppo spesso è mortale, mentre non lo sono i prataioli tossici.”

Insomma grande attenzione e rispetto delle regole ci mettono al sicuro e ci consentono di godere pienamente di una giornata trascorsa nei boschi a cercare funghi.

La mostra, con tante attività e animazioni, si svolge lungo tutta la giornata. La cosa migliore è che possiate vederne il ricco programma direttamente dalla locandina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui