La Oxa nei concerti non vuole vicino gli stupidi, ma la porchetta sì!

La manager della cantante replica alle polemiche sorte dopo il concerto di Vignanello sull'allontanamento dei venditori ambulanti.

955

E’ passata una settimana dal concerto di Anna Oxa a Vignanello ma ancora non si placano le polemiche.

La cantante, infatti, prima di salire sul palco ed iniziare la sua performance, aveva fatto molto discutere perchè avrebbe preteso di far sparire dalla festa tutti i camioncini che distribuivano panini con la porchetta.

Il motivo della sua richiesta nascerebbe dal fatto che, essendo diventata vegana, non apprezza il commercio di ‘animali morti’.

La replica della Oxa

Immediatamente la decisione ha scatenato un mare di polemiche e sui social è partita una vera e propria bufera mediatica contro la cantante.

Ieri, di tutta risposta, è arrivata la replica di Milly Milano, assistente della Oxa che, via social, ha scritto: “’Ipotetiche fonti di disturbo sonoro e o visivo (bancarelle/mercato) presenti in prossimità del luogo di esibizione dovranno essere a una distanza minima di 500 m dal palco e non interferire con il normale svolgimento dello spettacolo’.

Questa la condizione richiesta dallo staff della Oxa e non quella di cui altri parlano. Massimiliano Notario, l’organizzatore mi ha scritto che ha indicato le stesse clausole che ha sottoscritto con Oxarte… Come vedete non c’e nessun riferimento alla porchetta, da parte di Oxarte, quindi non avrebbe potuto rifiutarsi di cantare Anna Oxa a causa della porchetta…

A tutte le persone ignoranti che stanno portando avanti questa storia con violenza e volontà di ledere i diritti e la dignità della persona, diciamo che ci prenderemo la responsabilità di esporre querela nei confronti degli autori che sostengono cose diverse… In nessun contratto c’è scritto che non vogliamo cimiteri o porchetta… A dire il vero dovrei inserire che non vorrei gente stupida intorno visti i fatti..”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui