La pagella politica secondo La Mia Città News: i voti alla maggioranza

287

Dopo aver espresso il nostro personale giudizio per la giunta Arena, passiamo alla maggioranza di Palazzo dei Priori e tutti i suoi consiglieri.

Giulio Marini: L’ex sindaco e capogruppo di Forza Italia c’è. Non si sposta di un millimetro e continua a combattere per la sua Viterbo. L’esperienza politica di lunga data gli permettere di essere un buon mentore per i neofiti del mestiere. Da lui si può certamente apprendere. Voto 6.5

Matteo Achilli: Ci crede tanto, soprattutto dopo avere ottenuto la delega ai rapporti con le società sportive, un’esperienza da curriculum molto importante se un giorno riuscirà a realizzare il suo sogno di diventare assessore allo Sport. Sta crescendo. Voto 6,5

Isabella Lotti: Giovane e resistente, anche se sembra lasciar far tutto ai suoi colleghi di partito. Sarebbe bello vederla maggiormente all’opera in questo 2020. Voto: 5.5

Da sx, i consiglieri Lotti, Achilli e Marini

Paolo Muroni: S.V.

Paolo Bianchini: L’ascesa di Fratelli d’Italia si riflette anche a livello locale nel suo capogruppo. Onnipresente sui social, come la maggior parte della sua squadra. Vicino alle persone e ai problemi, in prima linea nell’ impegno per il territorio. Non si tira mai indietro e ci sa fare. Voto: 7

Gianluca Grancini: Rieletto anche in Provincia. L’esperienza politica che ha accumulato negli anni gli ha permesso di giostrarsi tra i frequenti contrasti esplosi nella maggioranza di centro-destra di Palazzo dei Priori. Sempre tranquillo, non per questo meno agguerrito. Voto 7

Il gruppo di Fratelli d’Italia sui banchi della maggioranza

Luigi Buzzi: Con gli altri “Fratelli”, il consigliere resta una delle colonne della maggioranza. Esperienza e voglia di fare ci sono. I progetti, anche. Voto 6,5

Antonio Scardozzi: Sorridente, bonario e sempre schierato a difesa della sua Bagnaia (ma non solo). Voto 6

Martina Minchella: Non è semplice passare da un estremo all’altro, neanche al giorno d’oggi. Eppure, in un mondo libero, dovrebbe essere concesso anche questo. Lapidata dal suo ex-partito, quel Pd che promuove la libertà di essere qualunque cosa si voglia nella vita. LGBT sì, di diversa opinione no. Coraggiosa. Voto 6,5

Andrea Micci: L’uomo giovane della Lega è un esempio di educazione. Composto, sempre presente e convinto che la politica possa ancora essere una buona politica. Controllato anche nei momenti più concitati. Nel 2020 lo vogliamo vedere ancora più attivo. Voto 7

Stefano Evangelista: Ordinato e ordinario. Svolge il suo ruolo con dignità, senza se e senza ma. Voto: 6

Ombretta Perlorca: L’impegno per gli animali c’è ed è forte. Col tempo, sta facendo dimenticare le critiche che l’avevano colpita all’ inizio. Voto 6

Stefano Caporossi: Dopo il tuffo nella fontana, di lui è rimasto un vago ricordo. E’ simpatico e presente. Troppo poco. Voto 5 e mezzo.

Il gruppo della Lega di Viterbo

Valter Rinaldo Merli: Voto: S.V.

Elisa Cepparotti: L’essere rimasta l’unica candidata al tanto discusso concorso comunale non l’ha di certo premiata. Voto 5

Vittorio Galati: Senza Voto

Paola Bugiotti: Impegno in politica e impegno nella vita di tutti i giorni. Una preside e un’ insegnante appassionata, che sta dimostrando di saperci fare anche in politica. Voto 7

Carlo Marcoaldi: Senza Voto

Gianmaria Santucci: È ovunque, nel bene e nel male. Nella politica viterbese, lui c’è sempre stato, anche se talvolta i suoi nteressi personali sembrano distogliere il suo sguardo dai problemi della città. Voto: 6

Sergio Insogna: Il più sorridente, il più affidabile. Il suo impegno nel campo del volontariato è encomiabile. Voto 6,5

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui