Il sindaco Giovanni Maria Arena sulla petizione lanciata contro di lui: "Non la commento, noi pensiamo a lavorare. E con il Prefetto Bruno..."

“La petizione contro di me? Sono tranquillo, duemila firme mi sembrano poche per mandarmi a casa”

306
Sindaco assente al consiglio straordinario

Stamani è stata lanciata sul portale online change.org una petizione contro il sindaco di Viterbo, Giovanni Maria Arena. Come l’avrà presa il diretto interessato?

“Mi sembra la prima volta – ci dice il sindaco – che un giornale lanci una petizione contro un’amministrazione comunale. Perlomeno a Viterbo. Comunque, siamo in democrazia ed ognuno è libero di prendere posizione, anche in questa maniera. La petizione in sé e per sé non la commento, noi pensiamo a lavorare”.

Poi Arena ci spiega come sta procedendo la manutenzione del Verde pubblico: “Stiamo risolvendo un sacco di problemi, su tutti quello del Verde. Domani partono i lavori di manutenzione al Poggino, ho chiesto personalmente di tagliare col trincia le erbacce più ingombranti. Le asfaltature stanno procedendo e, tra poco, definiremo su quali altre zone intervenire”.

Il sindaco sembra essersi abituato alle critiche di questi mesi: “E’ chiaro che la gente vuole tutto e subito, ma non capisco questa accelerazione. Hanno fatto un sacco di conti, qualcuno dice che cadiamo a luglio, qualcun altro a gennaio… a me sembra che tutti, io in primis, ci stiamo facendo un mazzo così. Io sono tranquillo, più fai e più susciti le reazioni delle opposizioni. Se me ne stavo tranquillo e dormivo tutto il giorno, probabilmente campavo più tranquillo. Ma non è nel mio stile. Ci metto tutto me stesso, per carità, posso anche sbagliare a volte, però la buona fede e la voglia di fare ci saranno fino alla fine”.

Il primo cittadino, tuttavia, ci tiene a precisare una cosa: “L’umanità non può raggiungere la perfezione, qualsiasi decisione scatena sempre reazioni contrarie e contrapposte, poi c’è quella che scatta a prescindere. Io posso accettare serenamente una critica costruttiva, quella che arriva per partito preso da chi, per la propria ideologia, nemmeno ti sta a sentire, lascia il tempo che trova”. Arena ricorda anche un precedente: “Mi ricordo che fu fatta una cosa simile a questa petizione anche nei confronti dell’ex sindaco Michelini e di Giuseppe Fioroni. Sinceramente, duemila firme mi sembrano pochine per mandarmi a casa…”.

Infine, come chiosa, Arena ci svela un particolare: “In molti, dopo la lettera di ieri, credono che i rapporti tra me ed il Prefetto Giovanni Bruno si siano incrinati. Niente di più falso, siamo stati a pranzo insieme ed abbiamo deciso di festeggiare insieme il 24 (che è San Giovanni, l’onomastico di entrambi ndr)”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui