La raccolta delle olive e l’ eccellenza dell’olio della Tuscia

179

Novembre: mese dedicato alla raccolta delle olive nella Tuscia.  L’olio extravergine di oliva delle campagne viterbesi è un prodotto di alta qualità, dal sapore delicato,  inconfondibile e pieno. Circa ⅕ dell’olio di oliva laziale è prodotto nella Tuscia Viterbese, zona in cui la cultura dell’olivo e dell’olio sono profondamente radicati nella storia e nella cultura locale.

La coltivazione dell’olivo nella Tuscia ha origini antichissime: iniziò a diffondersi già del VI a.C., grazie agli scambi commerciali tra Etruschi, Greci e Fenici.

Molti sono infatti i reperti archeologici che testimoniano la conoscenza di questo tipo di coltura nella zona della Tuscia. Sono stati anche ritrovati dipinti in alcune tombe etrusche dai quali si evince che gli Etruschi conoscevano l’olivo e le sue qualità.

L’olio DOP della Tuscia è un olio extra vergine di oliva famoso in tutto il mondo per le sue caratteristiche olfattive ed organolettiche.
Non c’è un olio specifico ma vari oli ottenuti in aree diverse della Tuscia da frantoi e produttori diversi, con qualità di olive diverse, anche se il disciplinare della DOP Tuscia impone l’uso delle qualità Frantoio, Canino e Leccino.

L’olio extra vergine della Tuscia, è una vera eccellenza tra i prodotti tipici della provincia di Viterbo e ogni anno riceve riconoscimenti e premi internazionali, Ori del Lazio, Capolavori del Gusto, i migliori extravergine di oliva e DOP. Ciò significa che il merito principale va a questa terra meravigliosa, adagiata tra il mare e gli Appennini, tra la Toscana e Roma, a altitudini che variano dai 100 metri fino a 600 metri sul livello del mare, con  caratteristiche climatiche favorevoli alla coltivazione.

Le grandi qualità degli oli della Tuscia sono da ricercarsi certamente nel terreno su cui si estendono le coltivazioni: un terreno di origine vulcanica, ricco di elementi e principi nutritivi, che rendono questo prodotto eccellente. Ma la qualità degli oli extravergine della Tuscia risiede anche nei costanti sforzi dei produttori e degli olifici, per raggiungere alti standard qualitativi, grazie all’impiego di tecnologie all’avanguardia e a un’ importante attenzione all’ambiente e alle tradizioni locali.

Pochi fitofarmaci e fertilizzanti chimici; molta passione e cura degli oliveti.

L’olio extra vergine DOP della Tuscia beneficia di una millenaria conoscenza e una sapiente gestione di tutte le fasi di lavorazione, dalla coltivazione al frantoio.

A conferma dell’alta qualità di questi olii, nel 1998 la qualità Canino e nel 2006 il Tuscia, hanno ottenuto dall’ Unione Europea, il riconoscimento DOP, “Denominanzione di Origine Protetta”.

Il Canino DOP è una coltivazione tipica della provincia di Viterbo, principalmente diffusa nella zona di Canino, Tarquinia e Vetralla. L’olio che ne deriva è di ottima qualità, dall’odore fruttato .

Sul piano nutrizionale sappiamo ormai tutti che l’olio extravergine di oliva è la base della dieta mediterranea.

Ricco di polifenoli, che naturalmente contrastano i radicali liberi e di acidi grassi instauri, che aiutano ad eliminare il colesterolo, l’olio extravergine di oliva è un prodotto che non deve mancare sulle nostre tavole.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui