"Venerdì 30 aprile, giorno in cui gli Stati Membri dell'UE consegneranno la bozza del piano di ripresa e resilienza, ci vediamo in presenza e in sicurezza per mettere in discussione tutto"

La rete degli Studenti del Lazio in piazza a Roma: “Partiamo dalle nostre idee per costruire una scuola nuova”

46
“Ci siamo visti in assemblee in tutta la Regione per costruirlo, lo abbiamo discusso assieme in tutti i territori e abbiamo riempito di sticker, volantini e manifesti le nostre scuole e le nostre città. Dopo un lavoro enorme in tutto il Lazio è arrivato il momento di confrontarci sul Manifesto Studentesco per il Futuro tutti assieme”.
La rete Studenti Medi del Lazio scende in piazza, oggi pomeriggio a Roma a partire dalle 16, per chiedere risposte al Governo Draghi in tema di scuola e affermare una visione nuova, che parta dalle esigenze dei giovani.
“In questi giorni il Governo Draghi ha portato la bozza di PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ndr) in Parlamento, riducendo al minimo il confronto e la discussione con le realtà del Paese. – si legge sulla nota diffusa dalla rete Studenti Medi Lazio – Non possiamo accettare tutto questo. E’ il momento di rimettere in discussione il sistema scolastico dalle sue fondamenta, partendo dal Next Generation e chiedendo una riforma della scuola che parta da noi studenti e studentesse. Perciò abbiamo deciso, mentre si discute del nostro futuro senza considerarci, di costruire una grande assemblea in piazza”.
“Venerdì 30 aprile, giorno in cui gli Stati Membri dell’UE consegneranno la bozza del piano di ripresa e resilienza, ci vediamo in presenza e in sicurezza per mettere in discussione tutto. Partiamo dalle nostre idee per costruire una scuola nuova, una scuola che ci consideri e che ci faccia crescere secondo le nostre personalità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui