La candidata sindaco Luisa Ciambella illustra il Piano Marshall per rivitalizzare il cuore di Viterbo

“La sicurezza è il miglior presidio per far rinascere il centro e l’economia”

101

“Oggi presentiamo il nostro Piano Marshall per il centro storico”.

Luisa Ciambella, candidata sindaco di ‘Per il Bene Comune’ e ‘Viterbo la Splendida’, in piazza del Plebiscito illustra le proposte per la sicurezza, per ripopolare il centro e per sostenere l’apertura di nuove attività commerciali e aiutare quelle “sopravvissute” alla pandemia e alla crisi.

Sulla sicurezza, con particolare riferimento a San Faustino, “stringere un patto con le forze dell’ordine con la creazione di una Task force con Questura e Prefettura per controlli a tappeto anche all’interno delle abitazioni”.

“Troppe case – rimarca – risultano sfitte ma stranamente i contatori di acqua e corrente girano. Appartamenti in cui entrano in due ed escono in 12”.

Il ripopolamento per la Ciambella passa tramite diverse azioni: dal riportare gli uffici comunali di via Garbini in centro, in piazza Fontana grande proseguendo l’opera di recupero dell’ex tribunale da lei avviata oltre 4 anni fa, a un partenariato pubblico-privato per affittare, a prezzo calmierato, immobili inutilizzati da destinare ad abitazioni, in maniera temporanea, e ad attività commerciali.

Tiene però a precisare per quanto riguarda gli appartamenti “non stiamo parlando di una grande casa popolare diffusa in centro”.

E “va aiutato anche chi già ci vive e ci opera. Con un piano straordinario di autorizzazioni in deroga per interventi atti a favorire la vivibilità delle abitazioni e delle attività”.

La riqualificazione del centro, per la candidata sindaco passa anche dalla fruizione di contenitori pubblici inutilizzati. Da Palazzo Calabresi, su cui in passato il Comune ha investito soldi “che la Regione ha destinato alla Provincia che ha minor necessità di spazi” alla Zaffera, al Lazzaretto.

Tra le criticità che hanno spinto i viterbesi ad andarsene dal centro la carenza di parcheggi che la candidata sindaco risolverebbe “dal giorno dopo l’insediamento in Comune con navette ecologiche che transitano da mattina a sera”.

Inoltre rivela che a Palazzo dei Priori “giacciono due project financing per realizzare parcheggi multipiano interrati a piazza della Rocca e al Sacrario, sui quali è mancata la volontà di bandire una gara”.

Luisa Ciambella conclude con un assunto: “La sicurezza, oltre a combattere la devianza e il degrado, è il miglior presidio per far rinascere l’economia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui