La voce degli ultimi e la buona novella di Fabrizio De Andrè risuoneranno a Celleno il 29 e il 30 agosto

233

Celleno- La voce degli ultimi risuonerà nel borgo incantato di Celleno, sulle note del cantautore che li amati e cantati più di tutti: il grande Fabrizio De Andrè.
Due giorni dedicati a Faber nel borgo fantasma in cui, fra ombre, luci e silenzi, si schiudono le finestre dell’anima verso un nuovo orizzonte.

“Tu prova ad avere un mondo nel cuore e non riesci ad esprimerlo con le parole”, cantava Fabrizio De André nel brano “Un matto”.
Quale palcoscenico migliore per Faber di Celleno?
Agosto si chiude in musica e in bellezza nel territorio di Celleno Antica, tra l’abbraccio del Lago di Bolsena a Ovest e la media valle del Tevere a Est, nell’incanto della Tuscia.

Due le date: il 29 e il 30 agosto, alle 21,30, a piazza E.Castellani, nel borgo fantasma, rispettivamente con il Coro filarmonica di Civitavecchia diretto dal maestro Riccardo Schioppa e con la band Gli Animi Salvi e, il 30, con il maestro Marco Taschini, con la voce di Daniela Turchetti ne La buona Novella”, e la voce narrante di Gianni Abbate. Ingresso gratuito e prenotazione obbligatoria.

“Quei giorni passati a rincorrere il vento, a chiedere un bacio e volerne altri cento”. (F.De Andrè)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui