L’albanese re della coca resta a Mammagialla

Nell’interrogatorio di garanzia ha negato di spacciare, ma il giudice non gli crede e nega i domiciliari. L’avvocato Remigio Sicilia chiederà il riesame.

585
Remigio Sicilia, avvocato difensore dell'albanese re della coca

Il presunto fornitore di droga dei piccoli spacciatori di Viterbo rimane dietro le sbarre. Per lui niente domiciliari. A nulla, finora, è valsa la richiesta del suo avvocato difensore, Remigio Sicilia, che parla di un imminente ricorso al tribunale del riesame, in quanto secondo lui non ci sono gli estremi affinché l’albanese 32enne rimanga a Mammagialla.

Dove l’accusato è rinchiuso da una decina di giorni, quando dopo un blitz dei carabinieri del Norm (Nucleo operativo radiomobile) di Viterbo, è andata avanti l’operazione “Movimento”: l’indagine è appannaggio del sostituto procuratore Massimiliano Siddi. Per gli inquirenti, l’albanese è il capo del traffico di cocaina nella città dei Papi, colui che riforniva i piccoli pusher. Abita nel centro storico del capoluogo della Tuscia, dove comandava e impartiva ordini per il traffico di stupefacenti. Nella tarda serata del 10 maggio scorso, vicino a un bar in via della Sapienza, è stato arrestato dalle forze dell’ordine dopo delle indagini.

Le quali erano partite la scorsa estate in seguito ad alcuni arresti in flagranza di reato di persone accusate di spacciare la coca. I soggetti sotto la lente degli investigatori si mandavano dei messaggi con emoticons (usando un sistema più sicuro di whatsapp: Signal), quali una manina per segnalare in codice la compravendita di cocaina.

Ebbene, sentito in un interrogatorio di garanzia dal gip Rita Cialoni – che aveva emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per spaccio e reati relativi agli stupefacenti – il 32enne aveva negato di essere uno spacciatore: lo stupefacente di cui è stato trovato in possesso era per uso personale. Da qui, l’avvocato Sicilia ha chiesto di tramutare la custodia cautelare in carcere negli arresti domiciliari. Ma il gip ha rigettato la richiesta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui