Dopo la partecipazione ad un concorso, Bernardini è stato inserito tra le pagine del prestigioso catalogo di arte degli artisti dal '900 ad oggi

L’artista Gino Bernardini annoverato nel Catalogo 2020 dell’Arte Moderna

132

TUSCANIA- L’artista Gino Bernardini annoverato nel Catalogo 2020 dell’ Arte Moderna edito da Mondadori. Dopo l’inaugurazione della sua mostra permanente nel centro di Tuscania e la partecipazione all’ambito concorso “I mille di Sgarbi”, Bernardini è stato inserito nuovamente tra le pagine del più prestigioso catalogo di arte contemporanea degli artisti dal primo novecento ad oggi.

“E’ un grande onore per me essere citato nel Catalogo Mondadori insieme a grandi nomi dell’arte contemporanea – ha detto Gino Bernardini – Sono un autodidatta e la mia arte esprime tutte le mie emozioni e la mia grande passione per la natura. Da qualche anno a questa parte grazie alla mia passione sto facendo esperienze formative e gratificanti, molte delle quali davvero interessanti.

E’ bellissimo per me poter raccontare alle persone che vengono a visitare la mia mostra, i miei quadri e i loro significati. La bellezza è una di quelle poche cose che riesce a cambiare il nostro modo di percepire il mondo”. Canneti, specchi d’acqua fluviali, cigni e fiori sono i soggetti a cui il pittore riesce a dare vita sulle sue tele. All’inaugurazione della mostra permanente dell’artista presente anche il professor Sgarbi che, in una recente critica, ha speso parole di grande apprezzamento per l’uomo ma in particolare per i suoi dipinti. “Bernardini con la freschezza di un autodidatta confida nelle risorse di un tratto allo stesso tempo morbido e tagliente – scrive Sgarbi – accoppiato ad un colore che si inserisce con la giusta garbatezza laddove il disegno mette a disposizione, tanto da stabilire efficaci simbiosi nella resa, puntando però alla stilizzazione, alla semplificazione  in una cifra massima che persegue un ideale di equilibrio piuttosto che cercare la massima verosimiglianza”.

Un’arte sospesa tra i due mondi, oriente e occidente, dotata di tratti ed elementi che riportano al Romanticismo, tanto da spingere il critico d’arte a rinvenire nei quadri del pittore contemporaneo una sorta di rapporto con la natura e la sua bellezza simile a quello che animava pittori del calibro di Leonardo Da Vinci, Giovanni Bellini o Caspar David Friedrich. Capolavori artistici, ma anche estetici, le opere di Bernardini che regalano emozioni attraverso la massima espressione umana possibile: l’arte. L’artista durante tutto il periodo delle feste sarà presso la mostra permanente di via Torre di Lavello 14 a Tuscania a dispozione dei visitatori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui