Lascia i suoi organi come ultimo dono l’appuntato scelto Emiliano Moggi

487
Tolfa

Come ultimo dono, ha lasciato i suoi organi.
Con il consenso della famiglia si è proceduto infatti all’espianto degli organi dell’appuntato scelto Emiliano Moggi, carabiniere forestale deceduto sabato 18 aprile, all’ospedale Belcolle di Viterbo.

Un grave ed improvviso malore lo aveva colto durante il servizio il 15 aprile.
Immediato è stato l’intervento dei sanitari nei locali della caserma di Vejano, che si sono prodigati instancabilmente nelle procedure rianimatorie per poi trasportarlo all’Ospedale di Belcolle, nel reparto di rianimazione. Ma, nonostante gli sforzi compiuti, il militare è deceduto.

Oggi, 20 aprile, è avvenuta la sepoltura dell’ appuntato scelto a Tolfa.

Moggi, riservato e sensibile,  aveva preso servizio nel viterbese nel 2008 presso il posto fisso delle Saline di Tarquinia per poi trasferirsi nel 2013 a Oriolo Romano. Nel 2016 la stazione venne spostata a Vejano dove Moggi ha prestato servizio negli ultimi quattro anni.
Era stimato e apprezzato da tutti per il suo profondo senso del dovere, il suo aiuto nei confronti del prossimo, la sua dedizione alla famiglia.
Lascia la moglie Antonella e il figlio Luca.
A causa delle attuali restrizioni, non potrà essere celebrato nè il suo funerale nè quello di Augusto Gioiosi, un altro carabiniere che ci ha lasciato ieri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui