Tempo di rendiconto in Consiglio comunale: l'assessore ha elencato gli interventi portati a termine nel 2019 per il settore

Lavori pubblici, il bilancio su Viterbo e frazioni: ecco cosa è stato fatto nel 2019

131
L'assessore Laura Allegrini

Interventi di manutenzione su strade, immobili e pubblica illuminazione a Viterbo e frazioni: questi i risultati del bilancio del settore Lavori Pubblici per l’anno 2019 esposto dall’assessore Laura Allegrini durante la seduta di Consiglio comunale di oggi.

I lavori a Palazzo dei Priori si sono aperti in ritardo rispetto ai tempi previsti: sul piatto, la possibilità di votare la delibera sulla piscina comunale oggi oppure giovedì, quando i consiglieri torneranno a riunirsi prima della pausa estiva.

Alla fine la discussione sull’impianto natatorio è stata posticipata di due giorni, lasciando spazio al tema del bilancio consuntivo per la seduta odierna, ovvero il rendiconto delle spese effettuate dai vari settori per l’anno 2019.

“Nel primo scorcio dell’anno abbiamo portato avanti una serie di attività che riguardavano investimenti pregressi e manutenzioni ordinarie e straordinarie per strade, immobili e pubblica illuminazione – ha spiegato l’assessore Allegrini nel corso del suo intervento – nel 2019 abbiamo concluso anche la copertura del fosso Urcionio e San Pietro – prosegue – messo in sicurezza numerosi tratti stradali, come la scarpata della Cassia sud e Ponte dell’Elce per 54mila euro, terminato i lavori di consolidamento del viadotto A.Volta”.

Non sono mancati poi altri interventi di vario genere su capoluogo e frazioni. “Sulle pavimentazioni speciali di Pianoscarano e piazza del Comune, ad esempio – continua l’assessore – e abbiamo anche realizzato il tratto di via del Pilastro per 60mila euro, l’asfaltatura al Carmine, Fortezze, Strada Bagni e nelle frazioni per 600mila euro”.

Sempre sul tema delle strade, la Allegrini ha reso noto che “è stata fatta una progettazione definitiva per un grosso lotto, corrispondente al quadrante nord- ovest della città (Riello e Villanova) per 2 milioni e 700mila euro”.

Buone notizie anche per Bagnaia. “Abbiamo realizzato un sopralluogo alla torre di Bagnaia con la Soprintendenza e per la Torre Civica di Viterbo, che è già stata esaminata, e c’è un’interlocuzione in corso con la Soprintendenza per la riapertura”, ha aggiunto l’assessore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui