Il Lazio tocca un traguardo decisivo nella lotta al Covid, con il 70% della popolazione adulta vaccinato con doppia dose

Lazio, attacco hacker al Centro elaborazione dati nel giorno dell’immunità di gregge

288
d'amato

Il Lazio tocca un obiettivo decisivo nella battaglia contro il Covid: il 70% della popolazione over 18 residente nella regione è stato infatti vaccinato con doppia dose.

Un traguardo raggiunto anche con una settimana di anticipo rispetto alla tabella di marcia prefissata dall’assessore alla Sanità regionale Alessio D’Amato, che durante la sua visita alla Cittadella della Salute di Viterbo aveva indicato come limite massimo l’8 agosto.

Ora un altro mese fondamentale sarà settembre, quando si prevede di raggiungere l’80% di popolazione adulta immunizzata.

Intanto ieri sono state sospese momentaneamente le prenotazioni del vaccino sul portale Salute Lazio, a seguito di un potente attacco hacker al Ced (centro di elaborazione dati) regionale che ha scatenato diversi disservizi, con il sistema di prenotazione rimasto bloccato per ore a partire dalla mattina e possibili rallentamenti sulle somministrazioni.

Il sistema è rimasto inattivo per l’intera giornata e fino al tardo pomeriggio di ieri.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui