Un eventuale passaggio in arancione non sarebbe giustificato dall'incidenza dei casi e dai ricoveri ospedalieri, scesi sotto la soglia del 30%. D'Amato: "Rivedere i parametri"

Lazio e Tuscia, casi stabili ma l’Rt sale: rischio zona arancione da lunedì

431

La regione Lazio e, di conseguenza, la provincia di Viterbo, potrebbe retrocedere nella fascia di rischio arancione a partire da lunedì prossimo, 17 maggio.

Stando infatti ai dati dell’ultimo monitoraggio effettuato – che considera il periodo 26 aprile/2 maggio – l’indice Rt (di trasmissibilità) nella zona mostra una tendenza al lieve aumento, attestandosi a 0,91.

E’ ormai noto che se tale valore dovesse superare la soglia critica dell’1 la regione entrerebbe direttamente in zona arancione, con un inasprimento delle misure contenitive attualmente in vigore, e in zona rossa con un indice superiore a 1,25.

Proprio per scongiurare questa eventualità – peraltro non giustificata dal tasso di incidenza del virus e dall’occupazione dei posti letto in ospedale, che tendono alla diminuzione – nei giorni scorsi è arrivato l’appello dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, che ha chiesto di rivedere i parametri di valutazione del rischio per evitare che tutta Italia torni in zona arancione a breve, nonostante l’incidenza a livello nazionale tenda a calare con il passare delle settimane.

Prima di scoprire se ci saranno novità bisognerà comunque attendere il consueto monitoraggio di venerdì 14 maggio, che rivelerà la sorte del Lazio a partire dalla settimana successiva.

Di certo un eventuale passaggio in arancione – come avvenuto in passato – farebbe “storcere il naso” alla maggior parte delle persone, a partire dai numerosi rappresentanti delle istituzioni locali che nei mesi scorsi hanno a più riprese ribadito come i numeri del virus nelle province – e della Tuscia in primis – non giustificassero affatto la fuoriuscita dalla fascia gialla per la regione: basti pensare che, nelle ultime 24 ore, i contagi in tutta la provincia di Viterbo sono stati appena 20.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui