Lazio, si va verso la zona gialla a Natale

I parametri in continua crescita destano preoccupazione tra i cittadini. Il timore è quello di trascorrere le vacanze natalizie con limitazioni

346

L’Italia torna a tremare. Lo fa riprendendo i colori dei quali ormai non si parlava più da mesi. Dopo il Friuli Venezia Giulia, che nei giorni scorsi ha superato tutti i parametri della zona gialla, è quasi inevitabile che anche altre regioni torneranno a subire delle restrizioni ormai dimenticate.

Tra le regioni, in particolare, si parla del Lazio, poiché l’incidenza dei contagi, in continua crescita, è a 156; con occupazione dell’area non critica all’11,45% e delle terapie intensive al 10,29%.

La partita si giocherà nelle prime settimane di dicembre dove sarà fondamentale capire se la curva dei contagi tenderà a un continuo rialzo o riuscirà a stabilizzarsi. In questo senso la precauzione voluta dal sindaco Gualtieri di rendere obbligatorie nuovamente le mascherine all’aperto nelle zone affollate assume una nuova luce.

Zingaretti è certo che con responsabilità lo scenario di un Natale in zona gialla si possa evitare. Intanto i cittadini laziali rimangono in attesa di conoscere gli sviluppi della situazione, intimoriti dalla possibilità di tornare a subire limitazioni nelle proprie vite, proprio durante i giorni di festa più attesi dell’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui