Gli adolescenti sono sempre più coinvolti a rimanere nella loro "comfort-zone" che li porterà a non saper affrontare le difficoltà della vita, ad essere egoisti, prepotenti ed a non sapersi relazionare con il mondo esterno

Le drastiche conseguenze della Dad (Didattica a distanza)

119

Come ben sappiamo, la DaD (didattica a distanza) è iniziata di pari passo con la pandemia globale. Nel mese di marzo – dello scorso anno – i ragazzi si sono trovati ad abbandonare le aule scolastiche e universitarie per iniziare l’insegnamento online.

Ma ci siamo mai chiesti le conseguenze della Dad per le nuove generazioni?

In questi ultimi giorni, gli studenti si sono mossi per protestare e richiedere il diritto allo studio in presenza. Se “la salute viene prima di tutto” bisogna preservare anche quella psicologica degli studenti.

Infatti, la Dad forse è stata prolungata troppo e le ripercussioni sugli adolescenti sono sempre più preoccupanti. Molti ritengono che quando la pandemia sarà passata, la loro vita non sarà mai più quella di prima. I genitori sono preoccupati per i loro figli.
Diversi studi hanno dimostrato che l’apprendimento non è meccanico, e si impara se c’è un clima psicologico favorevole. I giovani a casa diventano più nervosi e apatici, riscontrando difficoltà a concentrarsi.

La Dad ha portato i ragazzi ad isolarsi nella loro “comfort-zone“, dove è impossibile crescere ed imparare. Togliendo il legame con il luogo fisico, i ragazzi si sentono sempre più soli. Non avendo contatti fisici, sono disorientati ed a disagio con loro stessi ed il mondo. Continuando così, gli adolescenti saranno abituati a vivere da soli e in futuro avranno difficoltà ad intraprendere relazioni sociali e ad interagire con il mondo esterno, avranno difficoltà a mettersi in gioco e ad accettare le sfide della vita quotidiana.

Nel dettaglio i dati statistici sono: “Sei adolescenti su 10 si sentono stressati, 1 su 3 vorrebbe supporto psicologico, 4 su 10 dichiarano ripercussioni negative sulla capacità di studiare, 3 su 10 dicono di sentirsi apatici e stanchi, 2 su 10 sono preoccupati e irritabili, con alto rischio di abbandono degli studi”.

Insomma, la scuola non è solo un luogo di trasmissione di contenuti, ma un grande spazio psicologico di relazioni, formazione e crescita del futuro adulto e la Dad solo in minima parte può svolgere queste funzioni.

La riapertura delle scuole in sicurezza è importante per salvaguardare il futuro degli adolescenti, sempre più abbandonati a sé stessi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui