Le immagini della manifestazione

Le Mascherine Tricolori riempiono piazza della Repubblica: “Contro il governo per la sovranità monetaria”

299

Le Mascherine Tricolori si sono radunate oggi alle 17:00 a piazza della Repubblica, pur rispettando il distanziamento sociale la piazza era gremita di manifestanti e di bandiere italiane.

Ervin Di Maulo, portavoce viterbese del movimento, ha attaccato pesantemente il governo Conte affermando: “Minacciano di richiudere tutto, non siamo dei bambini. Conte vuole scaricare la responsabilità sui cittadini, la verità è che per evitare la catastrofe economica e la desertificazione bisogna mettere immediatamente soldi nelle tasche degli italiani”.

Ervin Di Maulo

Di Maulo ha poi proseguito: “L’unico modo per immettere liquidità è uscire da questi schemi legati al debito, la sovranità economica è fondamentale per impedire che chiudano migliaia di attività”.

Umberto Ciucciarelli

Il movimento sovranista fa anche le sue proposte: “I settori del turismo e della ristorazione rischiano di scomparire, migliaia di attività non hanno riaperto i battenti. Proponiamo la proroga della cassa integrazione e il blocco degli affitti. Ad oggi non conosciamo neanche quale sarà il futuro dei nostri figli, non esiste una strategia e non c’è stato uno stanziamento di fondi credibili per sostenere la ripartenza delle scuole”.

Di Maulo, tra gli applausi della folla, ha concluso promettendo: “Vogliono prolungare fino a dicembre questa dittatura sanitaria e le limitazioni della libertà. Noi non siamo disposti ad abbassare la testa, siete voi che avete deciso che l’Italia deve fallire, combatteremo per difendere il futuro dell’Italia, la parola deve tornare al popolo, questo governo deve andare a casa!”

È intervenuto anche Franco Malè, volto storico del mondo delle palestre, accodandosi alle parole di Di Maulo ed aggiungendo che, ad oggi, per il mondo delle palestre “non è stato fatto nulla, servono interventi seri per permetterci di ripartire e di non abbassare per sempre le saracinesche”.

Franco Malè

La scelta di Piazza della Repubblica come location della manifestazione non è stata casuale, come spiega Umberto Ciucciarelli: “In questa piazza molti anni fa c’è la sede della Banca D’Italia, un’istituzione che prima dell’euro ci aveva reso la quarta potenza economica mondiale. Qualcuno nel ‘99 ha deciso di porre fine alla nostra sovranità economica, noi oggi siamo qua per richiederla a gran voce”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui