Le immagini della partecipazione del nostro Comune all'iniziativa dell'Anci

Le toccanti immagini da Piazza del Comune nel giorno del lutto

128

Le bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio assordante in tutto il centro storico. Così la nostra città ha reso omaggio ai più di 10mila morti che ci hanno lasciato per mano del Coronavirus.

I “nostri” morti (quelli della Tuscia) sono appena sei, cifra ben lontana da quella dell’ecatombe lombarda ma comunque triste e difficile da accettare per ognuno di noi, seppur così ridotta. Il pensiero non può che andare a tutte le famiglie spezzate dall’epidemia, con la speranza che lo Stato possa essere d’aiuto.

Abbiamo deciso di far sentire la nostra vicinanza istituzionale e umana a queste famiglie mettendo a mezz’asta il nostro tricolore e la bandiera europea, sì, anche la bandiera di quell’Europa che nel momento del bisogno ci ha abbandonati. Ma non può bastare, servono misure economiche e sociali degne della portata della tragedia. E se il governo sembra ancora brancolare nel buio, il sindaco Arena è riuscito ad attivarsi fin da subito facendo partire gli aiuti alle fasce più deboli.

In questi giorni molti di noi sono attanagliati dai dubbi, da quello che ci riserverà il futuro quando tutto questo sarà finito. L’unica cosa certa è che ne usciremo: “ce la faremo” non a caso è la frase più utilizzata sui social, e non solo in maniera goliardica.

Dobbiamo resistere e ripartire da qui, dalle immagini di tutti i Comuni silenziosi in segno di rispetto per chi non ce l’ha fatta. Proprio ora che la curva del contagio sembra calare non dobbiamo abbassare la guardia.

Dobbiamo farcela per quelli che ci hanno lasciato, per i malati, per i medici, per gli infermieri, i farmacisti e i commessi dei supermercati. Dobbiamo farcela per loro che in questi giorni terribili si sono caricati sulle spalle il Paese tra mille fatiche e, soprattutto, lo hanno fatto senza chiedere niente in cambio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui