Lega Viterbo: “Nel DUP la riqualificazione di Sant’Angelo per sviluppo equilibrato delle esigenze residenti e turisti”

74
Un progetto di riqualificazione di Sant’Angelo per assicurare alla frazione viterbese non solo un recupero urbanistico, ma anche la conservazione e uno sviluppo equilibrato del suo territorio che in questi ultimi anni sta vivendo una profonda trasformazione, a causa di un incremento esponenziale delle persone che ne usufruiscono. Prima erano solo i residenti, ora stanno arrivando anche i turisti.
“Se questo, da un lato, può certamente rivelarsi una risorsa – osserva il coordinatore provinciale della Lega, Stefano Evangelista – dall’altro rappresenta un nuovo modo di vivere il territorio cittadino, inusuale per la gente che vi risiede da sempre, che impone all’Amministrazione comunale il dovere di governare e accompagnare il cambiamento in atto, affinché Sant’Angelo possa utilizzare la chiave di sviluppo di questa improvvisa attrattività turistica, ma allo stesso tempo garantire la giusta composizione tra le esigenze dei residenti, quelle della conservazione del borgo, e anche quelle dei turisti. Sicuramente, tutte, si incontrano in un nodo centrale: la qualità urbana, da promuovere, migliorare, ma anche da salvaguardare, proprio in considerazione dell’uso più intenso del territorio da parte di un maggior numero di persone”.
“Ieri,  la Lega, con l’assessore all’urbanistica, Claudio Ubertini, ha illustrato nel Documento Unico di Programmazione discusso in consiglio comunale un piano di recupero e valorizzazione di  Sant’Angelo rivolto al patrimonio edilizio ed urbanistico esistente, puntando alla conservazione, al risanamento, alla ricostruzione e alla migliore utilizzazione dello stesso – aggiunge il capogruppo della Lega in consiglio comunale, Andrea Micci -. Nel 2021 prenderà il via l’iter necessario alla elaborazione dei piani per giungere, nell’arco del biennio, alla loro concreta realizzazione. Finalmente – continua Micci – Sant’Angelo potrà avere l’attenzione che merita con un intervento sostanzioso per quella riqualificazione che urge da anni, e che soltanto con questa amministrazione è stata finalmente ottenuta. Il progetto, con le opere che esso include, e che abbiamo portato avanti con l’assessore all’Urbanistica, sarà condiviso con la popolazione residente. Nel frattempo, mi auguro che la proposta di riqualificazione di Sant’Angelo avanzata dalla Lega, possa trovare un largo riscontro da parte di tutto il consiglio comunale. Sarebbe un bel segnale di attenzione verso una frazione che, come le altre, ha le sue peculiarità di pregio. Per me è anche un po’ il luogo del cuore, dove ho trascorso l’infanzia e dove torno spesso, anche per passare del tempo con mia nonna che abita ancora qui”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui