Liberazione, ricordo dei caduti. E riflessione sui valori da non dimenticare

In piazza Tito Bernardini, accanto agli impianti sportivi, si sono radunati per onorare i caduti e tutti coloro che hanno contribuito al bene della nazione il sindaco della città Angelo Giuliani, ANPI ( Associazione Nazionale Partigiani Italiani), la Polizia Locale, l'Arma dei Carabinieri seguita da gruppi di persone tra abitanti e curiosi.

310

Ricordo e commemorazione per festeggiare il giorno della liberazione in Italia dall’occupazione nazista. In piazza Tito Bernardini, accanto agli impianti sportivi, si sono radunati per onorare i caduti e tutti coloro che hanno contribuito al bene della nazione il sindaco della città Angelo Giuliani, il segretario del Pd Angelo Zeppa, gli esponenti dell’ ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), la Polizia Locale, l’Arma dei Carabinieri, gruppi di abitanti e curiosi.

“Un evento, questo, che porta ad una riflessione e a non dimenticare il passato” – ha detto il primo cittadino -” Dobbiamo prendere esempio da coloro che hanno dato la vita per il bene della nazione e di questo comune. Non dobbiamo mai dimenticarlo!”.

Alla fine della cerimonia è stata deposta una corona di fiori poggiata accanto al monumento dei caduti in guerra.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui