A breve, passato Capodanno, la politica locale darà il via alle grandi manovre in vista delle Comunali 2022

‘Liberi tutti’ a Palazzo dei Priori, ora l’attività amministrativa è nelle mani del commissario Antonella Scolamiero

150

Palazzo dei Priori ‘svuotato’ dell’esecutivo eletto oltre tre anni fa, sarà guidato per i prossimi mesi dal commissario Antonella Scolamiero, nominata dal Prefetto.

Viterbo aveva già vissuto l’esperienza del commissariamento nel 2008, anche se all’epoca la situazione fu completamente diversa: nessuna sfiducia, Gabbianelli, al secondo mandato come sindaco, si dimise.

Al momento la politica locale, complice anche la contingenza delle festività, sembrerebbe intenzionata a prendersi una pausa di riflessione.

Anche se qualcuno, come l’ormai ex sindaco Arena sta già pensando alle elezioni di primavera e dichiara di essere pronto a ricandidarsi.

Il punto nodale però delle prossime Amministrative è quello di capire come si disporranno le forze in campo.

Uno degli scenari ipotizzati dai rumors è quello di riproporre, come alle Provinciali, un accordo tra Forza Italia e Pd per dare la scalata al comune di Viterbo.

In questo caso però, a differenza delle elezioni in Provincia, saranno gli elettori a decidere i loro rappresentanti.

Sempre che la delusione nei confronti della politica, sempre più avvitata attorno al proprio ombelico, non incrementi ulteriormente l’astensionismo.

E sarebbe un grave danno per tutti, perché il destino di Viterbo a quel punto sarebbe deciso da un pugno di votanti.

Il centrodestra, inteso come Lega e Fratelli d’Italia qualora fosse veritiera l’ipotesi dell’asse rosso-azzurra, come si muoverà? In maniera compatta oppure ognuno per conto proprio?

Al momento la situazione, al di là dell’aver condiviso la volontà di sfiduciare l’amministrazione comunale, appare un po’ sfilacciata.

Di fatto, insomma, i prossimi mesi saranno all’insegna di grandi manovre che si spera siano finalizzate, non solo alla ricerca della squadra e dei candidati migliori da mettere in campo, ma anche e soprattutto a recuperare credibilità presso quei cittadini che si recheranno alle urne.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui