Le parole del capogruppo di Rifondazione Comunista, Yuri Cavalieri, dopo l'annuncio delle dimissioni del sindaco Caprioli

“L’incompetenza dell’attuale maggioranza è evidente, Civita Castellana merita di meglio”

325
cavalieri caprioli
A sx Yuri Cavalieri (RC); a dx Franco Caprioli

Anche il capogruppo di Rifondazione Comunista di Civita Castellana, Yuri Cavalieri, interviene e commenta le dimissioni del sindaco Franco Caprioli, annunciate qualche giorno fa dal primo cittadino in apertura della seduta consiliare del 4 giugno.

Come giudica quanto accaduto in Consiglio comunale? Quali motivazioni hanno portato il sindaco a compiere una scelta simile?

“Le dimissioni di Franco Caprioli segnano l’ultimo atto delle numerose lotte intestine della maggioranza che vanno avanti da tempo e che hanno inciso non di poco sulla salute del Sindaco. Come lui stesso ha dichiarato, si è dimesso ‘anche per motivi personali’, le sue parole nell’ultimo consiglio comunale sono state chiare, la sua maggioranza lo ha pugnalato, stremato, costretto alle dimissioni, come confermato sulla stampa anche dai parenti dello stesso.

Lega e Fdi durante il Consiglio Comunale non hanno espresso solidarietà e vicinanza al primo cittadino, la reazione al bar dopo è stata addirittura di festa, il che è tutto dire.

Da parte mia so di aver fatto una opposizione dura ed intransigente al Sindaco so anche di aver conosciuto – poco purtroppo – una brava persona di spiccate qualità morali nei confronti del quale non è mai mancata la stima ed il rispetto personale”.

Ci sono altre problematiche a Civita Castellana non trovano ancora soluzione?

“Dal punto di vista politico-amministrativo è palese che la situazione a Civita Castellana è drammatica, uffici comunali, parchi pubblici e la biblioteca sono ancora chiusi, tutti i lavori pubblici sono fermi e l’unico progetto partito a stento, i parcheggi della variante Mignolò, e’ fermo e ha prodotto come unico risultato quello di togliere trenta posti auto gratis nel centro storico.

Centro storico che si trova nel più totale degrado: la viabilità è nel caos, la circonvallazione ‘Belvedere Falerii veteres’ è ancora per metà chiusa, i parcometri la fanno da padrone con un influsso negativo sul piccolo commercio locale, sporcizia e rifiuti sono perennemente presenti sulle nostre strade.

Peggio siamo messi con la tutela del territorio, ad oggi ancora non sappiamo chi parteciperà dell’amministrazione comunale alle conferenze dei servizi dell’8 e del 9 giugno su due importanti progetti che riguardano l’ambiente. Il tutto rischia di essere lasciato in totale abbandono ed esclusivamente alla volontà dei tecnici, nel mentre del bando SATE (la municipalizzata che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti) non si è vista nemmeno l’ombra.

Tutte le tematiche politiche trattate durante questo anno sono state battaglie fatte dall’opposizione, quella contro Talete, quella in difesa del territorio e quella in favore della tutela della salute degli operai ceramisti, di cui orgogliosamente siamo stati promotori”.

Cosa si prospetta per i prossimi mesi?

“L’incompetenza dell’attuale maggioranza è evidente, ora vedremo quel che accadrà, ma una cosa è sicura: Civita Castellana merita più competenza, più capacità e più impegno rispetto a quel che si è visto negli ultimi 12 mesi, Civita Castellana merita sicuramente di meglio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui