La rivista americana inserisce l'Italia al di sotto di Nigeria e Perù, da esempio a modello da non seguire.

L’Italia è al 40° posto (su 53) per la gestione della pandemia secondo Bloomberg

183
Italia classifica Bloomberg

Perdiamo ben 11 posizioni nella Covid Recilience Ranking, la classifica stilata da Bloomberg per dare un punteggio alle nazioni più virtuose nella gestione della pandemia. Brutte notizie per l’Italia, che si ritrova al 40esimo posto su 53, si poteva fare decisamente di meglio. Il balzo nel vuoto compiuto in classifica di 11 posizioni è dato dai numeri agghiaccianti che ha registrato nell’ultimo mese il nostro paese. 994 casi per 100 mila abitanti e un tasso di mortalità pari all’1,6%.

Covid Resilience Ranking

La resilienza del nostro paese si attesta a 50.1 punti, ben lontani dai 78 ottenuti dalla Nuova Zelanda, in testa alla classifica. Sul fronte dei vaccini siamo ben lontani da Israele, regina indiscussa con il 54% di popolazione vaccinata, ma con il nostro 6.7% siamo comunque in linea o superiori a molte delle nazioni sopra di noi in classifica. Mentre nel paese mediorientale la vita sta tornando alla normalità, il belpaese è in zona rossa, come il resto dell’Europa. Ciò è dovuto a una campagna vaccinale confusionaria e profondamente inefficiente, caratteristica tutta europea, che ha costretto le nazioni a imporre nuove limitazioni ai propri cittadini. Sembra infatti che i paesi del vecchio continente stiano conducendo una strategia anti virus al ribasso, tra le 10 nazioni calate di più nel mese di Marzo, 9 sono europee. In generale a farla da padrone nella classifica di Bloomberg sono i paesi asiatici, con 6 paesi nelle prime 10 posizioni, dove il virus è stato praticamente debellato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui