Battistoni: "Governo non lasci soli i nostri comuni"

Litorale, riaprono le scuole ma i danni sono incalcolabili: è stato di calamità

359

Civitavecchia, Santa Marinella e il resto del litorale prova a rialzare la testa questa mattina e a riaprire le scuole, ma lo scenario che si presenta ai cittadini di tali aree è devastante.

Milioni sono gli euro di danni, soprattutto all’agricoltura, come hanno sottolineato le associazioni di settore. Da Pescia Roma a Civitavecchia, la costa è in ginocchio, con emergenze provocate dall’alluvione che a stento cercano di rientrare.

“Il governo non può e non deve lasciare da soli i nostri comuni e le nostre regioni – ha dichiarato il senatore di Forza Italia Francesco Battistoni, “Ma essere celere nel lavorare le procedure di richiesta dello stato di calamità naturale. Non lasciamoli soli, io sto sempre dalla stessa parte: io sto con gli agricoltori!”.

A Tarquinia, il maltempo ha fatto danni anche alla palificazione elettrica, con moltissimi tralicci caduti a terra e altrettanti che rischiano di cedere da un momento all’altro. Anche qui si dovrà intervenire per la messa in sicurezza.

Devastate anche le Saline, con la riserva danneggiata in alcuni punti in maniera irreparabile, tanto da spingere il Comune a preparare un dossier.

A Santa Marinella e Santa Severa, gli escavatori e le ruspe lavorano senza sosta per liberare i canali di scolo, rimuovendo i detriti accumulati. Quasi ovunque, è ancora emergenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui