Litorale, scoperto un canile abusivo con 32 segugi sfruttati e abbandonati dai cacciatori

258

Le guardie zoofile dell’Oipa (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) di Roma nell’ambito dell’Operazione “Spartacus” hanno scoperto 32 segugi sfruttati per la caccia al cinghiale e poi abbandonati in un canile abusivo tra Civitavecchia, Tolfa e Allumiere.

Le guardie sono intervenute nella zona a nord di Roma, famosa per l’alta concentrazione di cacciatori di cinghiali, e hanno scoperto che questi si servivano degli animali durante la caccia per poi lasciarli in mezzo al fango e al freddo all’interno della struttura.

I 32 segugi sono stati sottoposti a sequestro e le autorità hanno subito contattato la Asl Roma 4, che ha giudicato le condizioni in cui gli animali erano costretti a vivere assolutamente non compatibile con la loro natura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui