Lo sport finalmente ai nastri di partenza: all’aperto si può

147

Riparte ed esulta il mondo dello sport.
All’aperto si puo’. È arrivato il via libera alla presenza di pubblico allo stadio Olimpico per le quattro partite dell’Europeo.

Si dovrebbe tornare a giocare a calcetto da fine mese, si riapriranno (solo per pochi) gli stadi e i palazzetti dello sport dall’inizio di maggio; piscine e palestre tra maggio e l’inizio di giugno.

Le aperture saranno graduali e caute.

Ma anche dal Cts c’è l’approvazione alla percentuale di pubblico ammesso a seguire i campionati di interesse nazionale di Coni e Paralimpici.

Il dipartimento Sport si mettera’ quindi fin da ora al lavoro per portare nel CdM – atteso per meta’ della prossima settimana – il provvedimento che riguarda il settore specifico: dal 26 aprile, si potrà tornare a fare qualsiasi tipo di sport all’aperto, anche quelli di contatto, dal calcetto alla partita di basket o di beach volley, purche’ ovviamente in zona gialla.

Gli stadi riapriranno al pubblico nel mese di maggio. Come per gli spettacoli, ci sono delle percentuali massime da definire: l’ipotesi e’ 25% della capienza, con un massimo di 500 persone in palazzetti e 1.000 negli stadi.

L’apertura riguarda solo gli sport agonistici, riconosciuti di interesse nazionale da Coni e Cip.

Da meta’ maggio potranno riaprire le piscine all’aperto; dal primo giugno “alcune attività delle palestre al chiuso”, anche se sono da definire ulteriormente i protocolli sanitari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui