L'evento sarà ospitato nei campi della Scuola Marescialli dell'Aeronautica Militare mercoledì 22 e l'intero ricavato sarà devoluto all'associazione

Lo sport riparte dalla solidarietà con un triangolare di calcio per l’associazione “Sorrisi che Nuotano Eta Beta”

317

A Viterbo lo sport incontra la solidarietà con il triangolare di calcio che si svolgerà mercoledì 22 settembre, a partire dalle 17, nei campi sportivi della Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare.

Un’idea nata dalla collaborazione con l’associazione “Sorrisi che Nuotano Eta Beta” – cui sarà devoluto l’intero importo raccolto –  a cui prenderanno parte i membri del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa e dalla Nazionale Italiana Jazzisti, che dopo la competizione allieterà la serata con le sue note musicali.

Andrea, Martina e Maria Celeste

Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa questa mattina nella sala consiliare di Palazzo dei Priori sono intervenuti il sindaco Giovanni Maria Arena, l’assessore ai servizi sociali Antonella Sberna, l’assessore allo sport Marco De Carolis, il comandante SMAM Col. AArnn Pil. Sandro Cascino, il presidente del Sodalizio Facchini di Santa Rosa Massimo Mecarini, Fabrizio Salvatore della Nazionale Italiana Jazzisti, il presidente della ASD Sorrisi che Nuotano Eta Beta ODV Maurizio Casciani e Diego Amato, il mister e il tenente colonnello Massimo Bambini.

Presenti anche gli atleti Andrea, Martina e Maria Celeste.

Un evento che si svolgerà nel pieno segno della ripartenza, dopo lo stop forzato del Covid. “Questa iniziativa ci dà l’immagine che finalmente iniziamo ad uscire da questo incubo in cui ci troviamo da un anno e mezzo”, ha sottolineato l’assessore Sberna in collegamento. “Dopo tanto tempo torniamo alla normalità – ha detto il comandante Cascino – sostenendo una realtà importante del territorio come Eta Beta, con una serata ‘casual’, che deve essere un’occasione per ridere, scherzare, come una festa tra amici”.

Il presidente del Sodalizio dei Facchini Mecarini ha espresso la sua felicità nel ripartire con un’attività benefica. “Anche per noi è una ripartenza ufficiale, – ha affermato – è la prima volta che usciamo in un evento così bello e importante che ci unisce tutti quanti dopo molto tempo. Che vinca il migliore, anche se a vincere sarà sicuramente la solidarietà”.

Anche la Nazionale Italiana Jazzisti tornerà a riunirsi per la prima volta dopo la pandemia. “Siamo lieti di offrire le nostre note musicali a questa iniziativa di grande spessore”, ha spiegato Salvatore, anticipando che alla serata prenderanno parte una nutrita schiera di artisti.

“Importante ripartire con lo sport e la socialità”, come ha dichiarato l’assessore De Carolis durante il collegamento. Il mister Diego Amato ha rivolto il proprio incoraggiamento ai giovani atleti: “Non mollate mai – ha detto – per me questa è già una partita vinta prima che ci sia il calcio d’inizio”.

Il presidente dell’associazione “Sorrisi che Nuotano Eta Beta” Maurizio Casciani ha svelato nel dettaglio il programma dell’iniziativa. “Sono stati due anni durissimi per tutti – ha sottolineato – e per i nostri ragazzi ancora di più, perché sono venuti a mancare attività e momenti insieme a cui erano abituati. Da ottobre 2020 a maggio 2021 non è stato possibile svolgere sport in presenza, ma noi non l’abbiamo data vinta alla pandemia e abbiamo continuato a portare avanti le attività su Zoom, anche se non è stato semplice”.

Tra aprile e maggio di quest’anno i ragazzi dell’associazione hanno gareggiato “online”, ognuno nella propria casa. “Oltre 5000 atleti in tutta Italia hanno svolto competizioni nelle diverse città – ha proseguito Casciani – e si sono filmati, poi la sede nazionale ha montato tutto in un unico video che ha consentito, nel mese di luglio, di riunire le esperienze dei singoli ragazzi”. Mercoledì 22 presso la SMAM si svolgerà quindi anche la premiazione degli atleti con le medaglie dello Special Olympics.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui