I risultati dell'indagine a livello nazionale, condotta dal team di Maurizio Bonati, a capo del Dipartimento di Salute pubblica dell'Istituto di ricerche farmacologiche M.Negri Irccs di Milano

Lockdown: ansia e depressione per oltre il 50% degli italiani

638
ansia depressione
Foto di John Hain da Pixabay

L’obbligo di restare a casa a causa del dilagare dell’emergenza Coronavirus ha causato sintomi di ansia e depressione nella metà degli italiani. E’ quanto emerge da un’indagine a livello nazionale, condotta dal team di Maurizio Bonati, a capo del Dipartimento di Salute pubblica dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Irccs di Milano.

Su 35.011 adulti che hanno partecipato alla ricerca, tra il 6 e il 20 aprile 20.158 persone hanno compilato un questionario online di 48 domande messo a disposizione dal team di Bonati: da qui è risultato che “10.540 partecipanti (52,6%) hanno riportato un impatto psicologico nel corso del periodo di quarantena – riferiscono dal Mario Negri – più specificamente, 8.897 (44,1%) hanno riportato un impatto psicologico lieve o moderato e 1.081 (5,3%) hanno riportato un impatto grave. Per quanto riguarda il tipo di disagio psicologico, 2.003 (9,9%) hanno riportato sintomi depressivi di moderata-grave entità; 1.131 (5,6%) sintomi moderati-gravi di ansia, e 2.802 (4,0%) sintomi fisici di moderata-grave intensità”.

I dati più allarmanti sono arrivati dalla Lombardia, che più delle altre Regioni ha subito un grave impatto psicologico a causa del Coronavirus. Infatti è stata osservata “una correlazione negativa tra il disturbo psicologico e la distanza dal luogo di residenza da una zona rossa (Nembro-Alzano): più distanti, meno sofferenza. Una maggiore prevalenza di distress psicologico è stata rilevata fino a 25 chilometri dalla zona rossa, in particolare di grave sofferenza fino a 15 km”.

Tra le categorie che hanno sofferto di più durante il periodo di lockdown ci sono, secondo lo studio, donne, bambini e persone che vivono in abitazioni piccole. Tra coloro che hanno preso parte all’indagine nazionale, il 30.1% sono uomini, il 69.9% donne. Il 55.9% degli intervistati ha un’età compresa tra 18 e 55 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui