In Italia aumenta, in tre mesi, il numero di richieste alla Caritas: 450mila in totale, di cui il 34% sono "nuovi poveri"

Lockdown e “nuovi poveri”: 277mila italiani chiedono aiuto alla Caritas

208
soldi

Durante il periodo di lockdown è aumentato in maniera esponenziale il numero di persone che si sono rivolte alla Caritas per avere sostegno, a causa della crisi economica che ha colpito numerosi nuclei familiari e imprese nel nostro Paese.

Nello specifico – come riportato in una nota diffusa dalla Caritas – sono 450mila le richieste pervenute in tre mesi. Di cui il 61,1% provengono da famiglie italiane (circa 277mila persone).

Tra queste 450mila richieste, il 34% sono ricollegabili ai cosiddetti “nuovi poveri”, cioè individui che per la prima volta hanno dovuto ricorrere agli aiuti della Caritas a causa delle difficoltà economiche.

Secondo i dati diffusi nel nostro Paese, sono 92.000 le famiglie in difficoltà hanno avuto accesso a fondi diocesani, oltre 3.000 famiglie hanno usufruito di attività di supporto per la didattica a distanza e lo smart working, 537 piccole imprese hanno ricevuto un sostegno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui